Anno di nascita: 1986
Genere: Uomo
Provenienza: Imola
Pro sterminio della razza umana: A giorni alterni
Link intervista: M1
Gruppi preferiti: Aborym, Amon Amarth, Dark Funeral, In Tormentata Quiete, Marduk, Nefarium, Pantera, Stormlord, Peste Noire, Voland
Passioni: basket e birra
 

La sua passione per la musica pesante nasce intorno ai quattordici anni, folgorato sulla via dell'Inferno da Pantera e Sepultura, grazie alle musicassette di "Vulgar Display Of Power" e "Beneath The Remains". Poco dopo scopre quei personaggi poco raccomandabili dell'Inner Circle ed è amore a primo ascolto: la Nera Fiamma si eleva nel suo pantheon personale, grazie agli sconvolgenti eventi (musicali e non) che hanno fatto la storia del black metal. Col tempo apre i propri orizzonti a sonorità leggermente diverse, che oggi inglobano Aborym e Rammstein, Doomsword e Judas Priest, più qualche gruppo considerato dai colleghi molto poser (che non sarà citato per non minare la sua credibilità). Come si può notare dalla sua scarsa presenza nella rubrica It Came From Outer Space, al di fuori del metal fatica a soddisfare il proprio gusto. Non tollera invece il prog.

Come scribacchino vanta un "prestigioso" curriculum, con esperienze presso Negative e il cugino Negatron, oltre a una breve parentesi presso N-Core Webmagazine, prima di divenire uno dei co-fondatori della vostra webzine preferita.

Possiede un amore morboso per la pallacanestro in ogni sua forma: giocata, guardata, allenata. Considera l'NBA un grande circo, mentre preferisce la cara e vecchia Europa, perché offre il basket migliore a livello collettivo e di fondamentali. Anche se poi alla fin fine esiste solo la Fortitudo.

Per dissetarsi ingurgita birra, meglio se una stout corposa.