Anno di nascita:  1989
Genere: Woman
Provenienza:  Varia ed eventuale
Pro sterminio della razza umana: Sì, purché sia dopo le 11
Link intervista: Non disponibile
Gruppi preferiti:
Troppi, tra cui Nevermore, Finntroll, Kvelertak, Katatonia, Candlemass, Blind Guardian, Testament, più tutto ciò che ha a che fare con lo stoner/doom/sludge in generale
Passioni: musica, libri, cercare di evitare che la sbadataggine si trasformi in qualcosa di fatale
 

Nasce nel 1989 con un ritardo di una settimana, consacrando così immediatamente la propria vita all’adorazione di quella splendida entità chiamata Sonno))), mentre il GrammarNazismo si paleserà solo qualche anno più in là. La nostra trascorre l’infanzia e l’adolescenza in una ridente cittadina di mare nel basso Lazio, pur non adeguandosi mai completamente al clima circostante preferendo essere quasi sempre incazzata col mondo. Un apprezzamento sui Linkin Park pronunciato per caso nell'anno solare 2003 sull'autobus che la riportava a casa da scuola segnò il suo primissimo passo nel mondo der medallo, poiché le attirò le simpatie di un losco figuro che da quel momento iniziò a passarle musica (masterizzata e non) di vari generi (belli e non).

Passarono gli anni, il liceo terminò (ahimè, non nel senso letterale del termine) ed un nuovo pc portatile ad esclusivo uso della giovine matricola universitaria in procinto di trasferirsi a Napoli fu acquistato per motivi puramente legati allo studio: dall'accensione alla scoperta dei torrent fu un attimo.  Furono anni pieni di musica, gruppi d'ogni sorta furono ascoltati e a volte divorati, facendo chiaramente attenzione a non strozzarsi con gli ossicini perché oh io vorrei andarmene con una certa dignità. Il felice incontro con Metal Archives e gentaccia disagiata fan di gruppi ancora più disagiati la portò ancora più vicina ad un tunnel oscuro ma confortevole.

Il periodo universitario fu portatore di beissimi momenti: nel 2010 Elisunn vola per la prima volta in Finlandia per un corso estivo, capendo così once and for all di aver decisamente scelto di studiare la lingua giusta; nel 2012 fa la conoscenza, senza saperlo, del Maestro della Necrologgia, grazie al quale ne incontrerà successivamente anche gli altri componenti durante strani rituali musicali che rispondono al nome di “Brutal Assault”; nel 2013 si esibisce per la prima ed ultima volta con la sua band di quel tempo, prossima allo scioglimento per vari motivi dovuti probabilmente al Fato, capendo così che il suo progetto di incidere un album e poi abbandonare questo mondo avrebbe dovuto aspettare ancora un po'.

Dalla seconda metà del 2015 vive in Finlandia con la speranza di mettere in pratica quanto appreso negli anni precedenti, cioè davvero poco. Si dichiara ancora fan dei Backstreet Boys e sta risparmiando per poter acquistare il biglietto per il tanto leggendario quanto ancora potenziale tour dei cinque eterni ragazzi feat. le Spice Girls. Qualora la pecunia non dovesse bastare è disposta a vendere anche organi del suo corpo, l'anima no perché di quella si è già occupata una certa sorella con i capelli rossi. La sua presenza, apparentemente inspiegabile, nelle fila di questa webzine trova la sua ragion d'essere se teniamo conto dell'impellente necessità da parte degli Aristocratici di procurarsi una sguattera.

P.S.: Checché ne pensiate, nel 2003 i Linkin Park erano belli sul serio.