Evento: Solo Macello Fest 2015 - Episodio III
Data: 30/07/2015
Luogo: Circolo Magnolia, Milano
   
Gruppi:
  • Council Of Rats
  • Selva
  • Tutti I Colori Del Buio
  • Bologna Violenta
  • Brujeria
 

Definire piacevole la serata di giovedì 30 luglio sarebbe eccessivo, ma se non altro le nubi sparse durante la giornata hanno impedito a Milano di raggiungere nuovamente temperature disumane; si sopravvive insomma. Un capitolo a parte lo meriterebbero le zanzare dell'Idroscalo, che come ogni estate entrano in modalità berserk e scherzano con indifferenza i ridicoli rimedi spray di cui l'umanità è provvista. Un disagio che si affronta con piacere quando la serata è gustosa come quella messa in piedi per l'ultimo appuntamento del Solo Macello Fest 2015 (diventato un evento suddiviso in più serate).


Selva, Tutti I Colori Del Buio

Arrivo al Magnolia durante il concerto dei Selva, trio proveniente dalla bassa lombarda e autore di un pregevole mix fra post-hardcore e screamo dalle reminiscenze black. I ragazzi — che tra le band preferite annoverano dai Deafheaven ai Russian Circles — mostrano personalità sul palco e ottime idee compositive, oltre a una capacità di erigere muri di suono di tutto rispetto con i loro tre strumenti. Da rivedere e approfondire.

Altrettanto gradevoli sono i torinesi Tutti I Colori Del Buio [nella foto], band che deve il nome al film horror anni '70 diretto da Sergio Martino. I Piemontesi sono più orientati verso un hardcore diretto e veloce, un po' troppo monotono all'ascolto live, ma nel casino non è facile farsi un'idea precisa.


Bologna Violenta

Arriva il primo pezzo da novanta della serata: Bologna Violenta. Anzi, ora è più corretto dire i Bologna Violenta, visto che il sempre istrionico Nicola Manzan si avvale da qualche tempo di un batterista in carne e ossa invece della sua tradizionale drum machine. Alessandro Vagnoni, con la sua batteria elettronica, si rivela un'aggiunta di altissimo livello al progetto e dimostra di saper martellare con velocità sovrumana e precisione svizzera le arzigogolate ritmiche che accompagnano la sei corde di Manzan. La scaletta prevede un po' di tutto, dai classici (si possono definire tali?) tratti da "Il Nuovissimo Mondo", ovvero la traccia omonima, "Morte", "Danze Cecene", "Maledetta Del Demonio", "Un Paese Pietoso", "Stronzi", passando per il disco "Utopie E Piccole Soddisfazioni", da cui — fra le altre — il duo propone le splendide "Sangue In Bocca" e "Mi Fai Schifo", fino ai brani tratti dal recente split coi Dogs For Breakfast. Non manca la parentesi dedicata alla banda della Uno Bianca, a impreziosire un concerto di alto livello.


Brujeria

Resta l'evento principale della serata, quello che porta con sé stregoneria, droga e zapatismo. Alle undici e un quarto i colorati narcos messicani noti al mondo come Brujeria salgono sul palco con la loro formazione numerosa ed eterogenea — come sempre splendido Shane Embury camuffato con una bandana sul volto, ma con l'inconfondibile chioma fuori — e danno inizio a un'ora di buona musica e tanto divertimento con l'inscindibile coppia composta da "Pito Wilson" e "Colas De Rata". Il pubblico si lascia coinvolgere alla grande e dà vita a un costante botta e risposta con gli artisti sul palco, i quali offrono una buona scaletta che prende a piene mani da "Brujerizmo" ("Vayan Sin Miedo", "Anti-Castro", "Marcha De Odio" e "Brujerizmo" fra le migliori a mio avviso), ma al tempo stesso attingono ampiamente dal mio favorito "Raza Odiada", da cui arrivano "La Migra", "Hechando Chingasos", "Consejos Narcos" e la totale "Revolucion", durante la quale mi trovo a cantare a squarciagola. Dopo "La Ley De Plomo" arriva il finale e con esso l'immarcescibile "Matando Gueros". Sulle note di "Marijuana" i Messicani salutano calorosamente il pubblico italiano e si congedano. Una degna conclusione per il Solo Macello, con l'augurio che eventi del genere possano essere riproposti ogni estate.


Fra qualche giorno la delegazione di Aristocrazia Webzine al Brutal Assault incrocerà nuovamente le proprie armi con i machete dei narcos. I Messicani sapranno ripetersi? Non perdetevi il report in arrivo sulle nostre pagine.