Gruppo: Nadja
Titolo:  Excision
Anno: 2012
Provenienza:   Canada
Etichetta: Important Records
Contatti:

Myspace

 
TRACKLIST
  1. Jornada Del Muerto
  2. Perichoresis
  3. Spahn
  4. Kriplyana
  5. Autosomal (Version 2)
  6. Kitsune (Fox Drone)
  7. Autosomal (Version 3)
  8. Clinging To The Edge Of The Sky
DURATA: 154:41
 

È una nazione immensa il Canada… troviamo città, paesi, laghi, montagne, praterie... gruppi metal o meno e Nadja. Oso cimentarmi per una volta con un duo drone; questo è un genere abbastanza ostico e non di facile digeribilità per tutti. Quest’anno esce una raccolta di registrazioni che sono originariamente contenute su split e/o vinili apparsi in passato.

Le tracce sono, come buona tradizione del genere, molto lunghe e raggiungono in parte la durata della facciata di un disco, diciamo così, standard. Non sono un vero accanito di Ambient, Drone, elettronica o simile. Trovo però spesso spunti interessanti in certi progetti come per esempio quello presentato qui. Leah Buckareff e Aidan Baker non provocano uno scempio di suoni ed effetti per definirlo poi "arte" o "musica". I due artisti, scelgo di proposito questo termine, sembrano invece volere che ci lasciamo andare, viaggiando sulle ali del nostro io, proponendoci suoni strani per i nostri sensi ma non estranei a loro. La concezione e la composizione sono definite da una grande cura per il dettaglio che sembra volere calmare l’animo per offrirgli visioni sublimi e a volte oscure. Parti delicate sono interrotte da suoni meccanici ed elettronici che ci ricordano l’ambivalenza percettiva della nostra mente e del nostro subconscio.

Sono sicuro di non sbagliare dicendo che "Nadja" significhi prendersi tempo non per sentire, non per ascoltare, ma per lasciarsi trasportare da quello che potrebbe essere musica ma che forse è piuttosto un insieme di suoni fini a se stessi. La musica sarà quello che vorrete interpretare voi.

Non conosco la struttura di un lavoro completo di questi canadesi e non sono perciò capace di dirvi se comprando questa raccolta voi perdiate l’atmosfera di un concetto composto di diversi capitoli connessi fra loro. So solo che mi trovo bene con questo doppio CD che offre una vista d’insieme sul tragitto creativo di un duo d’artisti sicuramente fuori dal comune e molto prolifico.