Informazioni
Gruppo: Trollfastheart
Anno: 2010
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: www.myspace.com/trollkallamik
Autore: Mourning

Tracklist
1. Along The Forest
2. Begins The Night
3. Eating Crude Oil
4. A Good Degustation
5. Troll Kalla Mik
6. Hunting Of The Troll Queen
7. Night Errant Creature
8. Only For Trolls

DURATA: 43:00

TROLLFASTHEART - Only For Trolls Kadgar è un artista che ha delle convinzioni, Kadgar è i Trollfeastheart, il musicista iberico proveniente da Segovia è conosciuto nell'ambiente underground sia come promoter extreme metal (http://sadixmo.com/) nella città di Madrid, sia in quanto membro di realtà quali Abÿfs e Icepressive.
Nel suo progetto solista, per quanto si parli di una zona mediterranea e non delle lande scandinave, la passione per un sound black ruvido, primordiale e dai tratti lievemente epicheggianti, una sorta di miscuglio nero di Bathory, Darkthrone e Immortal è ciò che dona linfa vitale alle composizioni di "Only For The Trolls".
Con un titolo simile e la scelta d'incentrare il platter su una figura così gretta, asservita all'oscurità, il suono non poteva che rendere omaggio producendo strutture che fossero totalmente prive di qualsiasi orpello tirando frequentemente dritto per dritto, le dinamiche di batteria puntano sul battere non arrivando mai a raggiungere il blast, ritmiche punkeggianti si fanno vive ("Eating Crude Oil" n'è un esempio) con una omogeneità d'intento che potrebbe causare cali d'interesse in chi non sia patito di una lettura così ortodossa del genere, non trovando appigli a cui aggrapparsi se non la cristallina irruenza del riffing e una prestazione vocale che raspa quanto basta per entrare in sintonia con le atmosfere cupe di "Only For The Trolls".
La lezione del passato è stata assorbita e proposta con discreta perizia, il passo compiuto ha come risultato evidente quello d'aver dato una identità precisa al sound riconoscibile, derivativa quanto volete ma chiaramente incline a raffigurare il modo d'interpretare il black di Kadgar.
Si potrà aggiustare in futuro il suono della drum machine programmata molto bene ma che arriva all'orecchio in maniera troppo meccanica e non credo sia questo il gelo che la natura del Troll voglia esprimere, del resto la produzione ha svolto il compito assegnatole portando a casa più meriti che demeriti, il lavoro degli Hel1s Studio è una spalla importante su cui i Trollfeastheart possono contare per dar sfogo alla loro musica invernale.
Una realtà da non prendere sottogamba, piccoli accorgimenti potranno far sì che Kadgar offra lavori ancor più maligni di questo primo "Only For Trolls" che vi consiglio d'ascoltare chiusi nella vostra camera mentre fuori una pioggia battente o una nevicata percuotono indiavolatamente le serrande.
Sul messaggio in chiusura dei crediti inseriti nel booklet "STOP download black metal, only original is true" dovremmo esser tutti d'accordo no?