Gruppo: Negura Bunget
Titolo: Poarta De Dincolo
Anno: 2011
Provenienza: Romania
Etichetta: Code666 Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Google Plus  Soundcloud  Youtube  Bandcamp  Reverbnation  Myspace

 
TRACKLIST
  1. Hotar
  2. La Marginea Lumii
  3. Frig In Oase
  4. Poarta De Dincolo
DURATA: 28:20
 

Reduci dalla prova di forza di "Virstele Pamintului", che li aveva visti sfornare un altro grande disco nonostante la rivoluzione della formazione, in cui era rimasto il solo Negru, tornano a farsi sentire i talentuosi Negura Bunget. I Rumeni dal 1996 a oggi hanno messo in piedi una discografia parecchio ricca, composta fra l'altro da sei album e tre ep. "Poarta De Dincolo" diviene il quarto lavoro su breve distanza e l'ultimo sotto l'egida della Code666, dopo una collaborazione durata undici anni.

Le quattro tracce in questione offrono nuovamente il tipico sound della band, ricco di atmosfere intense, fortemente spirituali, misteriose, naturaliste, prodotto delle terre transilvane, così come gli strumenti tipici utilizzati (flauto di Pan, Tulnic). "Hotar" e "La Marginea Lumii" possiedono un incipit dal gusto arcano che poi si sviluppa nell'alternanza con sezioni più intense e veloci, in cui compare il cantato sporco di Ageru, che nel suo essere poco controllato contrasta fortemente con l'aura mistica generata. Sinceramente ho trovato la scelta di un timbro così sgarbato e sgraziato personalmente infelice e poco adatta, anche se esisterà un motivo pregnante dietro questa preferenza; viceversa i passaggi puliti sono molto evocativi e azzeccati. "Frig In Oase" è invece un pezzo ambientale in cui la voce sembra recitare, quasi sibilando, un oscuro incantesimo. Fin qui i Negura Bunget hanno fornito una prova abbastanza canonica, senza particolari scossoni, fortunatamente la traccia che porta il titolo dell'opera rialza le quotazioni di questo ep. "Poarta De Dincolo" infatti cambia marcia, proponendo un riffing decisamente più intenso e in generale una vena maggiormente ispirata, azzeccato fra l'altro l'inserimento del flauto di Pan.

Alla luce di questio ragionamenti, "Poarta De Dincolo" si candida a diventare un'uscita non fondamentale nella discografia dei Negura Bunget, che poco aggiunge a quanto detto in passato e a cui i profani della band dovranno preferire episodi quali "Om" e "Virstele Pamintului"; per i fan incalliti viceversa si tratterà dell'ennesimo tassello di una band unica.