Informazioni
Gruppo: Noise Of Creation
Titolo: Reason
Anno: 2011
Provenienza: Italia
Etichetta: Moonlight Studios
Contatti: www.myspace.com/noiseofcreation
Autore: Mourning

Tracklist
1. Intro
2. Reason
3. Immortality's Concept
4. Whited Sepulcher
5. Ouroborus And Nemesis
6. The End Of The Cycle
7. Dare To Suppose
8. Ascend The Way Of Regrets
9. Osiris
10. Hope... Humanity Salvation

DURATA: 45:57

NOISE OF CREATION - Reason Album strano quello dei Noise Of Creation, i parmensi giungono al debutto con "Reason" e lo fanno con una miscela di thrash/death che alle volte vira sull'hardcore, in altre innesta atmosfere orientali, in altre ancora annulla le due per attingere in bacini più sofisticati jazzy o sognanti da post-rocker.
La formazione è tecnicamente portata, è di quelle che prova a più riprese a fornire quella "stoccata" che faccia la differenza evidenziando come qualità quali aggressività e tenacia possano tranquillamente coesistere con pulsioni di natura inversa e incentrate sulla riflessione e la spiritualità.
Il platter vive di un'alternanza continua esplicata nei vari episodi, dopo l'introudzione sono infatti una botta adrenalinica ("Reason") e un mattonato groove ("Immortality's Concept", seppur già in questa canzone si notino le prime influenze orientaleggianti) a spianare la strada che nelle due tracce a seguire troveranno dapprima sostegno battagliero ("Whited Sepulcher") e poi una emanazione emotiva densa e martellante ("Ouroborus And Nemesis") che anche nella foga con cui si accanisce sull'ascoltatore trova il modo di "forzare" sul fattore comunicativo.
Per non farsi mancare proprio nulla alla spada in più d'una occasione preferiscono il fioretto, è quindi indovinata la scelta di porre fra composizioni come "Dare To Suppose" e "Osiris", infarcite di ricami filo-jazzistici e atmosfere malincoliche, il pestare di una "Ascend The Way Of Regrets" che sfrutta ancora una volta la prestanza del drumming.
Le carenze di "Reason" purtroppo sono quasi del tutto legate all'assenza di pathos, dietro il microfono Elia Borrelli è arcigno e presente quando c'è da spingere ma nel momento in cui è richiesto un cambiamento improvviso o una svolta che esuli dal mostrare la sola presa di posizione netta c'è poco di che prendere, troppo monocorde per dare alle basi quella botta finale che si possa definire esplosiva.
Muscoli e intelletto si uniscono per dar vita a "Reason", devono ancora trovare il modo di collaborare al meglio, c'è però una strada che sembra portare verso la risoluzione definitiva del problema, i Noise Of Creation l'hanno imboccata e il viaggio come inizio ha dato buoni risultati, da provare e seguire in futuro.