Informazioni
Gruppo: Zaus / .E.
Anno: 2010
Etichetta: Clinical Archives
Contatti: www.myspace.com/zavsoid - www.myspace.com/escapefrome
Autore: Akh.

Tracklist
1. A Fix, A Clue, A Pointer
2. Lhasa
3. Zero Gravity
4. Something Wrong's Happening
5. Something Wrong's Happening (Shave the Planet Mix)
6. Zero Gravity (Hypodermic Fluctuation Mix)
7. Lhasa (Kinshasa Mix)
8. A Fix, A Clue, A Pointer (Concrete Clue Mix)

DURATA: 51:30

ZAUS / .E. - Mutilatus Mutuus Dietro la produzione di questo split troviamo due personaggi attivi da tempo negli affari di un gruppo portabandiera dell'estremismo sonoro a 360° quale i TMK, ovvero:
Eve LaCroix (.E.) e Norbert Bieber (Zaus) e non credo che ciò necessiti di presentazioni.

Mentre la prima sta attendendo la stampa del proprio debutto "Radiance From The Solar Egg" mentre Zaus ha già esordito con "Congregation" (edito sempre per la Clinical Archives: www.archive.org/details/ca189_z), hanno ben veduto di gemellare i loro rispettivi progetti solisti in questo lavoro che si cimenta con brani propri e alla reinvenzione e decostruzione di altri con alcuni remix, alternandosi fra di loro nell'esecuzione; il risultato è al contempo estremo e personale, eclettico e intimo, umorale ed elaborato.

Inutile dirvi quanto sia stata minuziosa la scelta della produzione e la lavorazione dei suoni utilizzati, giusto questi ultimi hanno avuto letture e rielaborazioni degne della migliore scuola sperimentale, essendo stati creati secondo criteri che portano il suono ad essere la parte ricettiva ed esplorativa del proprio essere, amplificando le proprie modalità ed inserendole in contesti dimensionali esoterici, creando nuove vie per gli artisti ma anche per gli ascoltatori.

Le due nature artistiche ben si amalgamano fra loro, se da una parte abbiamo Zaus che predilige parti schizoidi ed isteriche (vedi l'iniziale "A Fix, A Clue, A Pointer") che paiono rappresentare perfettamente l'ordinamento sociale che affrontiamo continuamente, composto da nevrosi, ipercelerità e nonsenso dell'azione, come se fossimo in balia di uno zapping musicale scellerato e pazzesco; dall'altra parte abbiamo una "Lhasa" introspettiva, dilatata e solenne che tenta di riportare armonia e pace, facendo emergere frequenze e sonorità che rimandano alla mente i principi dello Zen o dello Yoga, che come la matrice filologica ci insegna sono atte ad una funzione di "Religo".

In "Zero Gravity" Norbert pare indicare ancora che il vuoto percepito dall'Uomo moderno è la mancanza assoluta di coscienza, dove il galleggiamento viene identificato come deriva, perchè si è perduto il punto focale e di ancoraggio lasciando l'animale umano allo sbando e senza essenza, divenuto un corpo escluso dalle leggi dell'Universo, che vi si introduce suo malgrado ma senza meta, nè logica, perdendosi confusamente nel proprio fittizio "IO".
Mentre in "Something Wrong's Happening" .E. sorvola questa condizione con la proposizione del terzo occhio, come fosse una lente d'ingrandimento con cui cercar di comprendere cosa risieda nell'incubo sottostante (la visione di Horus che osserva la sottostante città nel film "Ad Vitam" ben evidenzia la suggestività del brano in questione).

Le versioni remix apportano sicuramente novità nei vari pezzi a seconda dell'estro e dell'inclinazione personale dei due artisti: inserendo parti più notturne e ritmiche da parte di Zaus (in cui appare anche l'unico ritmo furioso dell'intero lavoro), mentre sono da mettere in risalto l'inserimento di sax ed ottoni che rendono le varie atmosfere più calde e jazzy da parte di .E. I nostri comunque ben riescono ad elaborare i pezzi dell'altro ma reinterpretandoli in maniera avvincente, rimodellando le inclinazioni e i simboli precedenti ma rendendoli comunque riconoscibili, evolvendo/involvendo il messaggio precedentemente proposto creando vere e proprie strade interpretative, come l'artwork dell'album ben manifesta, seppure nel suo scarno minimalismo (che mi riporta a mente un frangente de "Il Silenzio Degli Innocenti").

Un album complesso "Mutilatus Mutuus" ma che se saputo ascoltare con un senso di relax ben fa intuire le proprie potenzialità ed espressioni.

Un cd fortemente indicato a chi ha la voglia di osare e risvegliare il proprio "Se" dormiente.

Il lavoro e' completamente e legalmente scaricabile presso questo link: http://freemusicarchive.org/music/ZAUS__E/Mutilatus_Mutuus