Informazioni
Gruppo: Buckets Of Faith
Titolo: Fate Preset
Anno: 2012
Provenienza: Finlandia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti: facebook.com/BucketsOfFaith
Autore: Mourning

Tracklist
1. The Calmness
2. Never Speak Again
3. Project Mayhem
4. Yesterday's Perfection
5. The Depths Of Apathy
6. The Worst Side

DURATA: 23:36

Antti Karvonen è un giovane musicista finlandese che nel 2009 ha deciso d'intraprendere la strada del progetto solista per dar vita alla sua proposta.
I Buckets Of Faith producono un death metal dall'appeal melodico, che non disdegna scariche adrenaliniche in velocità, al quale di tanto in tanto piace inabissarsi anche in territorio doom e che possiede il carattere e la forma tipici della propria nazione, questo è ciò che troverete nei lavori sinora sfornati, l'ultimo in ordine di tempo è l'ep "Fate Preset".
Non vi citerò grandi band a riferimento, noterete da soli le somiglianze e i possibili richiami ad altre realtà in alcuni frangenti evidentissimi, quello che mi preme davvero è sottolineare il buon operato svolto da Antti.
Il ragazzo si barcamena con mezzi limitati offrendo una più che onesta prova del genere sia dal punto di vista compositivo, grazie all'intensità e all'impatto del riffing anche negli aspetti emotivo-malinconici, che nell'ambito di una produzione imperfetta ma tutt'altro che scadente o lo-fi; il basso avrebbe potuto avere un'altra risonanza e uno spazio più ampio, mentre il suono della batteria è un po' smorto.
È una creatura ancora allo stato larvale quella dei Buckets Of Faith, sono piacevoli l'intro strumentale "The Calmness" e il tocco femminile della voce di Ida Smolander in "The Depths Of Apathy", è però quando ci va giù pesante e diretto come avviene in "Never Speak Again" e nella conclusiva "The Worst Side" (quest'ultima è una mattonata dall'aura doomish) che Antti raccoglie i frutti del suo lavoro, mostrando di poter avere margini di miglioramento interessanti nel prossimo futuro, oltre a un growl apprezzabilissimo.
Quali saranno i risvolti futuri del progetto? Non ci resta che attendere del nuovo materiale per avere un riscontro, per ora rimando coloro i quali volessero ascoltare le uscite sinora rilasciate alla pagina Bandcamp, teniamolo d'occhio.