Gruppo: Rotten Liver
Titolo:  Purification By Debauchery
Anno: 2013
Provenienza:  Francia
Etichetta: Mortis Humanae Productions
Contatti: Facebook  Reverbnation
 
TRACKLIST
  1. Infamous Nil
  2. Become The Arcanthropos
  3. Black'N Rot
  4. Purification By Debauchery
DURATA: 23:19
 

È sinceramente bello e appagante quando fra le mani ti capita la prima fatica di una band e puoi già affermare di esserne soddisfatto. Questa sensazione l'ho provata all'ascolto di "Purification By Debauchery", ep d'inizio carriera dei transalpini Rotten Liver, band della quale si sa poco e niente e che cela i propri componenti dietro quattro acronimi: J.L. (basso e voce), P.V.R. (batteria), V.L. (chitarra) e T.D. (chitarra).

I personaggi in questione sembrano avere delle buone e chiare idee in testa: la loro proposta è un black'n'roll che attinge da gente come i DarkthroneMidnight da un lato, facendo quindi trapelare anche una discreta dose di fascino heavy; dall'altro è similare per intensità e capacità a quella degli svedesi Styggelse di "Heir Today - God Tomorrow". La musica si muove compatta, prediligendo ritmiche mid-tempo e non si nega accelerazioni e decelerazioni che incidono sulla componente atmosferica: ciò fa sì che le tracce aumentino il proprio carico di nero, estremizzandosi o virando verso soluzioni particolarmente fruibili, ma non disconoscendo mai quella vena n'roll che vi si annida.

"Purification By Debauchery" contiene venticinque minuti orecchiabili, eppure devastanti, un lavoro di batteria robusto e dal gusto a tratti punkeggiante ("Black'N Rot") e una gradevole prestazione da parte delle sei corde. Quest'ultima è tale sia per l'abilità nell'innestare brevi frangenti che tingono di psichedelico l'incedere dei pezzi, sia per la qualità delle esibizioni solistiche che vanno ad arricchire le canzoni.

L'ascolto dei Rotten Liver è gratificante, un esordio di quelli che ti mettono la pulce nell'orecchio: questi francesi non passeranno di certo inosservati agli appassionati del genere. Il sottoscritto poi, dopo aver letteralmente subito l'ultima ciofeca rifilata da Satyr e Frost, si risolleva il morale con "Purification By Debauchery". Credetemi: è davvero una pacchia!