Gruppo: Contagio
Titolo: Requiem For The Undead
Anno: 2015
Provenienza: Italia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Facebook  Youtube

 
TRACKLIST
  1. Blood Trail
  2. Broken Promises
  3. Requiem For The Undead
  4. Surroundead
  5. Rise From The Mud
DURATA: 20:25
 

I Contagio nascono dalle ceneri dei By The Side Of Villains, come progetto voluto da Anto (voce e basso) e completato da Serj (chitarra e cori) e Dave (batteria). Ora si propongono con un primo ep intitolato "Requiem For The Undead" dal gusto musicale particolarmente legato agli anni Novanta del death metal e più precisamente alla corrente death'n'roll, che ha avuto le proprie figure di riferimento in nomi altisonanti quali Carcass, Entombed — e in forma meno riconosciuta — gli olandesi Gorefest.

I cinque brani ci offrono sia momenti in cui vengono a galla le contaminazioni più odierne, mi riferisco ai tratti core alla Lamb Of God che fanno capolino a più riprese, sia frangenti nei quali l'animo più classico e heavy si ritaglia ampi spazi. Il tutto è poi condito da una doverosa quantità di groove che ne cementa l'impasto. Per quanto la proposta musicale sia tutt'altro che innovativa, e alcuni potrebbero anche giustamente affermare alquanto derivativa sia per impostazione sonora che per gli scenari da post-apocalisse zombie raffigurati, l'ascolto dei vari episodi risulta essere decisamente gradevole, specialmente in quelle situazioni in cui i Contagio fanno affidamento sulla componente meno legata ai suoni e alle cadenze ritmiche più odierne. Una delle piacevoli caratteristiche del mini è quella forma di contagio carcassiano, si veda "Broken Promises", che ne pervade i venti e poco più minuti di durata.

"Requiem For The Undead" è un antipasto divertente, una compagnia che potreste utilizzare per lasciarvi andare sul momento o galvanizzarvi nel bel mezzo di una impegnativa partita alla Playstation. Un'uscita che chiamata in causa svolge il proprio sporco dovere e per ora questo può anche bastare.