Gruppo: Zardens
Titolo: Blackness Unfolds
Anno: 2015
Provenienza: Belgio
Etichetta: Satanath Records
Contatti:

Sito web  Facebook  Twitter  Youtube  Reverbnation  Myspace

 
TRACKLIST
  1. Battle Rite
  2. The Berserker
  3. Reborn
  4. Afterlife
  5. Slave To The Moon
  6. Empty Skies
  7. Lifeblood
  8. Days Of Doom
  9. Among The Dead
  10. Sadness
DURATA: 41:38
 

Una voce quasi atonale, ritmi martellanti e la passione comune per impastare la pece con il Death Metal: questo è il profilo dei belgi Zardens, giunti al secondo lavoro in sette anni di vita. Il sodo impegno mostrato sul sito del gruppo e su Facebook per promuovere "Blackness Unfolds" lascia presumere un obiettivo commerciale di rilievo. Che cosa ci dice a riguardo l'ascolto del disco?

L'introduzione marziale si trasforma ben presto in una tempesta Death-Thrash nera come il bitume e chiamata a ragione "The Berserker". I Zardens lasciano aperte le frontiere fra i generi, dando spazio nella stessa canzone a frasi provenienti da diversi stili estremi. Lo spago usato per legare il mazzo è però stato comprato all'IKEA: i tocchi degli immancabili Dissection sono chiaramente udibili, così come alcuni accenni ai Bathory del dopo 1987. L'oculato impiego di melodie offre più spazio all'impatto sui timpani e sulle cervicali, il quintetto elimina così il rischio di far scivolare il tutto in un melmoso kitsch. Le composizioni sono robuste, ben costruite, la tecnica esecutiva è discreta e la produzione nitida. Questo pacchetto è dedicato a tutti quegli ascoltatori felici di essere intrattenuti alla buona con musica di facile ascolto.

"Blackness Unfolds" è nel suo insieme elaborato, ma anche piuttosto piatto con i suoi innumerevoli déjà vu. Troverete sicuramente qui e là spunti divertenti che però non bastano a far decollare il disco e a entusiasmare l'utente. Il lavoro è comunque da consigliare a chiunque prediliga Death-Black scorrevole in stile svedese e di buona fattura.