Gruppo: Attentat Rock
Titolo: Le Gang Des Saigneurs
Anno: 1984
Provenienza: Francia
Etichetta: Devil's Records
Contatti:

Facebook  Myspace

 
TRACKLIST
  1. Gang Des Saigneurs
  2. Guerrier De La nuit
  3. Trans Europ Express
  4. Coeur De Pierre
  5. Lumières De La Ville
  6. Sunset Boulevard
  7. Rock Suicide
  8. La Mer Du Silence
DURATA: 32:11
 

«Bombarderemo l'Unione Sovietica» sembra aver detto per scherzo Ronald Reagan durante una prova microfono nel 1984, forse come risposta allo stazionamento di testate nucleari nell'ex-Repubblica Popolare Tedesca alcuni mesi prima. Lo stesso anno pioveranno medaglie alle Olimpiadi estive di Los Angeles, i Deep Purple si riuniranno, ma anche la tragedia di Bhopal in India con le sue migliaia di morti entrerà negli annali.

Questa inflazione di avvenimenti farà passare inosservata all'estero l'uscita di "Le Gang Des Saigneurs", secondo sforzo del quartetto provenzale Attentat Rock, nato nel 1980. Il disco soddisfa però la critica musicale francese e il pubblico avido di sonorità dure. Il debutto eponimo con l'inconfondibile copertina stile film di serie B ebbe invece poco successo, forse perché ancora immaturo. Oggi è oggetto di aste in cui scorrono alcune centinaia di Euro.

Il gruppo si approccia all'Heavy con un'attitudine molto Hard Rock. Chi volesse un paragone può immaginarsi i Mama's Boys meno festosi, più rudi e con una voce rauca come quella di Argy Ward dei Tank, ma più versatile. Le chitarre grezze, la batteria disinvolta e il basso al suo seguito parlano una lingua chiara: qui regna la selvaggia tradizione Rock'N'Roll. La ritmica è decisa e spazia dalla spensieratezza dei The Kinks alla ponderosità dei Black Sabbath, soffermandosi sul brio dei Van Halen; il Blues negli assoli di chitarra completa il panorama stilistico.

La schiettezza quasi naïf degli Attentat Rock ci permette di gustare un disco pesante ornato e valorizzato da melodie e sfaccettature di alto gradimento.