Gruppo: Crystal Pyramid
Titolo: Enter The Beyond
Anno: 2016
Provenienza: Italia
Etichetta: Via Nocturna
Contatti:

Facebook  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST
  1. Shattered Reminiscence
  2. Upon The Peak Of Revelation
  3. Voluntary Extinction Center
  4. The Arrival At The Guillotine-Execution
  5. House Of The Two Spirits
  6. Across The Battlefield's Ruins Of The Ethereal Desert
  7. Winterfall
DURATA: 45:36
 

Non è la prima volta che ci imbattiamo nella rinata scena marchigiana qui su Aristocrazia e stavolta è il turno di una vecchia conoscenza del sottobosco locale, tale Alt Kaiserbauer (già visto alle prese con il grindcore negli Insulter e il delirio degli Unleashedogs, tra gli altri). Insieme ad Ashgath (a sua volta già noto nell'ambiente per il suo lavoro nel black metal), stavolta ha deciso di cimentarsi nel doom metal.

Il nome Crystal Pyramid (nonché la copertina dell'album) rimanda alla leggenda della piramide sommersa nel Triangolo delle Bermuda, "Enter The Beyond" cerca di addentrarsi nel mistero di ciò che si nasconde oltre le nostre percezioni, un oscuro viaggio attraverso visioni di estinzione volontaria e apocalisse. Tuttavia, nonostante le premesse fin qui elencate, in questo disco non ascolteremo del doom metal standard, quanto più una sorta di incontro a metà strada tra i lavori più recenti dei Candlemass, i riff taglienti della scuola estrema italiana alla Spite Extreme Wing (impressione particolarmente evidente nell'apertura "Shattered Reminiscence"), fino a includere anche un'inattesa incursione nello stile goticheggiante e atmosferico dei primi Lake Of Tears in "House Of The Two Spirits".

Il duo, supportato in fase di registrazione anche dal bassista Edoardo Biondini, ha insomma messo su un intrigante lavoro di debutto che non ha paura di esplorare diverse facce di quell'immenso mondo che è il doom metal, dandogli anche una riconoscibile impronta personale dovuta alle esperienze dei membri. Molto interessante inoltre il lavoro di entrambi alle voci, principalmente su coordinate molto solenni e oscure, ma che non lesina qualche incursione nello scream dove necessario ("Winterfall"). L'angoscia e la disperazione ci accompagneranno per circa quarantacinque minuti molto riusciti, regalandoci momenti di meditazione esistenziale e di battaglia contro l'orrore ignoto (e quello noto).

"Enter The Beyond" conobbe una prima uscita digitale nel marzo 2015, prima di venire ufficialmente stampato dall'etichetta polacca Via Nocturna nell'aprile 2016 (che avevamo già incrociato, tra le altre cose, grazie a un altro bel progetto italiano, gli Humm). A inizio anno, i Crystal Pyramid hanno anche accolto Stefano Viola (fondatore degli Obliterated) come chitarrista fisso, permettendo ad Ashgath di spostarsi al basso. Noi di Aristocrazia siamo sicuramente curiosi di seguire gli sviluppi futuri del vivace ambiente adriatico.