Gruppo: Ars Veneficium
Titolo: The Reign Of The Infernal King
Anno: 2016
Provenienza: Belgio
Etichetta: Immortal Frost Productions
Contatti:

Facebook

 
TRACKLIST
  1. Intro
  2. Damnation Of The Soul
  3. Fallen To The Realm
  4. Angel Of Angels
  5. Extinguished Are The Candles Of Holiness
  6. Reign In Darkness
  7. As Flames Spread Into Chaos
  8. Thy Will, My Hands
  9. Bringer Of Light
DURATA: 41:52
 

Il nostro amico belga Surtur non si occupa soltanto delle attività della genuina etichetta Immortal Frost Productions, di cui abbiamo approfondito la conoscenza negli ultimi tempi in sede di intervista, ma è attivo anche in diverse band, la più importante delle quali sono gli Ars Veneficium. Un paio di ep e uno split sono serviti per carburare in vista del primo album del gruppo intitolato "The Reign Of The Infernal King", rilasciato lo scorso 26 settembre.

Il quintetto si muove sulle stesse coordinate espresse nell'ep "The Abyss", vale a dire un black metal furente dagli stilemi classici, devoto a Satana, tuttavia capace di inserire melodie in maniera intelligente come ha insegnato la scuola svedese, nonché diversi rallentamenti dal tono occulto. Qua e là inoltre compaiono anche alcuni assoli, curioso come quello eseguito in "Damnation Of The Soul" mi abbia ricordato gli ultimi Deströyer 666.

Norgameus bombarda l'auditorio (con non troppa fantasia, a dire il vero), utilizzando blast beat deflagranti, enfatizzati da una produzione carica di bassi, che trovano la propria dimensione più incisiva quando le chitarre di Ronarg e Archcaust si dedicano a una costruzione atmosferica più variegata, impetuosa ma anche epica e fiera. A questo riguardo l'episodio migliore è certamente "Extinguished Are The Candles Of Holiness"; "Angel Of Angels" invece è addirittura avvincente nel semplice ritornello e accattivante nelle parti rallentate. Il basso di Lava trova inoltre alcuni momenti per mettersi in proprio in maniera goduriosa, mentre Surtur ruggisce costantemente con efficacia dietro al microfono.

"The Reign Of The Infernal King" e gli Ars Veneficium si inseriscono con più che buoni risultati nella tradizione del black metal intransigente e furioso con un tocco melodico. Nonostante la totale devozione musicale e ideologica ai maestri del genere, il risultato finale è valido, una gustosa mazzata da sorbirsi inneggiando al Demonio.