Gruppo: TarLung
Titolo: Void
Anno: 2016
Provenienza: Austria
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Sito web  Facebook  Soundcloud  Youtube  Bandcamp

 
TRACKLIST
  1. Demon Sugar Blues
  2. Void
  3. Canis Majoris
  4. Under A Leaden Sky
DURATA: 25:04
 

I TarLung tornano sulle nostre pagine, dopo averli conosciuti nel 2014 in occasione della pubblicazione dell'album di debutto eponimo. Lo scorso anno hanno rilasciato l'ep "Void", in formato tape e in serie limitata (le copie fisiche a disposizione sono appena cento), che in tutto e per tutto conferma la bontà compositiva e musicale della loro proposta.

I quattro brani per venticinque minuti di musica down-tuned, doom, stoner e sludge attaccano il cuore dell'appassionato: lo avvigghiano in una morsa dai tratti blues e viscosa sin dalle primordiali battute della diabolica "Demon Sugar Blues"; lo fanno dondolare spavaldamente con "Void"; infine lo stordiscono e anestetizzano piacevolmente con le successive "Canis Majoris" e "Under A Leaden Sky", tracce che attirano e seducono l'udito in maniera ipnotica, sbaragliando qualsiasi tipo di resistenza.

Come dimostrato nel recente passato, il suono dei TarLung nero e prepotente, farcito di melodie ideali ad accrescerne la grevità, continua a essere vincente. I pezzi scorrono uno dietro l'altro e una volta concluso il giro è quasi istintivo farli ripartire dall'inizio. A fare la differenza in positivo si pone pure la semplicità con la quale abbordano l'orecchio, accattivanti e paludosi, un'arma affilata e sapientemente utilizzata.

Chi primo arriva meglio alloggia, quindi non perdete tempo e fiondatevi all'acquisto di "Void". Nello stereo e in collezione farà di certo la sua porca figura.