Gruppo: Voodus
Titolo: NightQueen
Anno: 2015
Ristampa: 2016
Provenienza: Svezia
Etichetta: Heathen Tribes
Contatti:

Facebook  Soundcloud  Bandcamp

 
TRACKLIST
  1. Envoy From The Shores Of The Eternal Night
  2. Via Nocturna
  3. The Burning Light Of Daath
  4. Metamorfos
  5. Mors Ianua Vitae
DURATA: 32:35
 

A distanza di un anno dall'uscita originale per Jawbreaker Records di "NightQueen", i Voodus vengono rimessi in circolazione dalla Heathen Tribes: cambia il formato, passando dalla cassetta al cd, non la sostanza, che rimane la stessa; anzi la scaletta si allunga con la presenza di "The Burning Light Of Daath", traccia non contenuta nella precedente versione.

Gli Svedesi sono in giro da oltre tre lustri, ma gran parte del tempo è stato trascorso alimentando le voglie dell'entità Jormundgand, con la quale diedero vita a due demo ("Satanic Attack" nel 2009 e "The Eleven Path" nel 2010) e un album ("Visions Of The Past, Which Has Not Yet Come to Be..." nel 2014), per poi decidere di abbandonare quel nome in favore dell'odierno, non rinunciando però a gran parte delle sonorità che li hanno contraddistinti. Del resto è sempre di black metal che si tratta, black metal fieramente nordico e vizioso, talvolta contaminato da digressioni al limite con il death e il thrash, che si lascia inoltre attraversare da discrete aperture melodiche, pescando a piene mani sia dalla scuola nazionale sia palesemente da quella confinante norvegese.

Niente di nuovo all'orizzonte? Direi proprio di sì, tuttavia le canzoni sono cariche di quella cattiveria e di quel gelo capaci di far breccia nell'udito sia nei frangenti più atmosferici che in quelli più ferali che valorizzano i suoni bassi; "Via Nocturna" e "Mors Ianua Vitae" ne sono buoni esempi. Se si vuole trovare un difetto, si potrebbe ritenere la new entry "The Burning Light Of Daath", inserita nella compilation "Critical Mass - Vol II", un po' troppo death metal e aderente per lo più a ciò che furono gli Jormundgand, risultando così non del tutto in linea con il resto della proposta.

"NightQueen" è una valida ripartenza, pare però che gli Scandinavi si siano già messi sotto e un nuovo lavoro non dovrebbe tardare ad arrivare. Invitandovi quindi a far la loro conoscenza sfruttando questi cinque brani, rimaniamo in attesa di ulteriori notizie e conferme.