Gruppo: Aurelio Follieri
Titolo: Overnight
Anno: 2017
Provenienza: Italia
Etichetta: Red Cat Records
Contatti:

Facebook

 
TRACKLIST
  1. Circle Of Life
  2. Euphoria
  3. One Step
  4. Fliyn' High
  5. Back To You
  6. Voices
  7. Mary Ann
  8. Goliath
  9. To The Light
  10. Mechanical Heart
  11. Anarchy
  12. Heavy Ballad
  13. Morning Breeze
  14. Majesty
DURATA: 01:01:48
 

Aurelio Follieri è un artista e compositore. Sin da giovanissimo suona chitarra e pianoforte, preferendo la prima, con la quale si è dedicato alla realizzazione di brani inediti e di CD per la collana didattica "Basi Per Chitarristi". Inoltre collabora, in qualità di compositore e arrangiatore, anche con i colleghi Umberto Sangiovanni e Lorenzo Zecchino.

La sua prima prova in veste solista è un disco strumentale dalla matrice rock sfaccettata. Come dichiarato dallo stesso Follieri, "Overnight" ha preso vita ed è stato registrato in orari notturni, quando tutti dormono, approfittando della pace assoluta. Il naturale piacere che si prova in tale circostanza e la devozione verso ciò che ama sgorgano liberi durante l'ascolto dei quattordici pezzi, offrendoci un'ora di musica non inutilmente convulsa.

La chitarra è la protagonista, melodica, dolciastra, ma mai stucchevole nei toni. Recita la parte del leone, mostrandosi scatenata e severa in "Fliyn' High" e "Goliath", mentre diviene seducente da morire in "Mary Ann" e "Mechanical Heart"; il piano di Zecchino la sposa invece elegantemente in "Heavy Ballad". Gode inoltre del buonissimo supporto garantito dalle basi impostate dal basso di Valter Robuffo e dalla batteria di Michele Santoleri, che la rendono libera di esprimere il suo estro sia in chiave ritmica che nelle sue molteplici escursioni solistiche.

"Overnight" cresce con l'aumentare dei giri nel lettore: soprattutto la seconda parte della scaletta, da "Mary Ann" in poi, comunica in maniera ideale attraverso il perfetto connubio di delicatezza ed eccitazione che Follieri ha iniettato nei brani. È un'opera prima che ci permette di apprezzarne tanto il talento tecnico quanto la capacità di allietare l'ascoltatore. In due parole: buona musica.