Gruppo: Omega
Titolo: Eve
Anno: 2017
Provenienza: Italia
Etichetta: Dusktone
Contatti:

Facebook  Youtube

 
TRACKLIST
  1. Arboreis
  2. Sidera
  3. Mater
  4. Laudanum
DURATA: 57:13
 

Il Manoscritto di Voynich, in breve, è un misterioso volume che contiene pagine e pagine scritte in un alfabeto mai visto prima, abbinate a illustrazioni bizzarre che non sembrano far riferimento ad oggetti reali. Ogni domanda riguardante questo libro sembra non avere risposta. Di cosa si tratta, chi l'ha scritto, perché, da dove proviene, quando è stato realizzato: nessuno è ancora riuscito a dare una soluzione convincente e che non sia stata provata fallace a questi quesiti. Qualcuno è arrivato a sostenere che il Manoscritto sia un'opera aliena non appartenente a questo mondo.

A giudicare dalla musica contenuta in "Eve", sembra che gli Omega siano giunti a questa ultima ipotesi, dopo aver cominciato a concepire il disco nel 2012, in silenzio, per poi pubblicarlo solo quest'anno. La band emiliana è composta da membri di Hanging Garden, Nostalgie, Deadly Carnage e Ashes Of Chaos e suona una commistione tra le atmosfere siderali di certo black metal cosmico mescolato all'ambient e la pesantezza doom a controbilanciare, gettando un'ombra di indecifrabilità sulla musica. Non che un ascoltatore avvezzo all'estremo abbia troppi problemi a farsi strada tra le quattro tracce della scaletta e le atmosfere di brani come "Arboreis" e "Sidera", fra assalti in blast beat a passo sostenuto che sfumano in momenti monolitici e una voce proveniente da qualche frattura spazio-temporale che ci parla, urlando, di meraviglie a noi incomprensibili.

Si impara presto a riconoscere il mondo degli Omega, anche grazie a virate improvvise nella composizione che colgono di sorpresa l'ascoltatore. "Mater", invece, presenta un lato in parte inedito, più ad ampio respiro, maggiormente melodico e allo stesso tempo capace di creare un'atmosfera siderale che ha pochi eguali, merito del ruolo centrale delle linee di chitarra pulita in confronto alle due tracce precedenti. Si chiude infine con "Laudanum", il brano più lungo che sintetizza gli elementi della musica del gruppo, fortemente esoterico, che ci apre gli occhi su una visione della realtà che non siamo in grado di concepire.

"Eve" è un concept album creato da una band con una visione chiara, unica e incantevole nella sua oscurità. Gli Omega ci parlano di segreti a noi incomprensibili, dalla provenienza avvolta nelle tenebre. La bellezza di questo lavoro comincia con il packaging: illustrazioni e scritte che rimandano al Manoscritto di Voynich sono presenti sia sulla copertina sia all'interno del libretto, con tanto di testi riproposti con i caratteri del libro. Il lavoro grafico è di alto livello e fa venir voglia di far partire il disco nel lettore.

Se non si fosse capito, gli Omega sono una delle realtà più interessanti che abbia ascoltato quest'anno. Non credo che chi di voi deciderà di ascoltare "Eve" avrà obiezioni.