Gruppo: Death Denied
Titolo: A Prayer To The Carrion Kind
Anno: 2018
Provenienza: Polonia
Etichetta: Autoprodotto
Contatti:

Facebook  Soundcloud  Youtube  Bandcamp  Reverbnation

 
TRACKLIST
  1. The Plague Doctor
  2. Wendigo
  3. Black Orchid
  4. The Prince Of Crows
  5. Fallin' Down
  6. Branded
  7. Atlas
  8. Among The Gravestones
  9. Funeral Pyre
  10. Hunting The Leviathan
  11. Gods Of The Abyss
DURATA: 48:31
 

A quattro anni di distanza dalla pubblicazione del debutto "Transfuse The Booze", i Death Denied si rifanno vivi con "A Prayer To The Carrion Kind". Questo secondo lavoro conferma la loro profonda conoscenza del panorama southern made in U.S.A. (e di una parte di quello della piovosa Seattle), la più che discreta padronanza compositiva ed esecutiva e il fatto che talvolta le etichette non vedono oltre il proprio naso, lasciando band piacevolissime, e probabilmente altrettanto valide in sede live, sprovviste di supporto.

I Death Denied proseguono in parte il percorso tracciato, utilizzando scelte artistiche evidentemente affini, ma imponendo stavolta un passo costantemente più scuro e deciso anche per ciò che concerne i testi. C'è un distacco dall'egemonia alcolica che aromatizzava "Transfuse The Booze" e dal modo in cui affrontava problematiche interiori come sofferenza, distacco, morte e sessualità/sensualità, in questa circostanza approcciate attraverso una componente immaginifica che si diletta fra terreno e divino.

La musica dei Polacchi non perde comunque botta e si presenta nuovamente così compatta da divenire di tanto in tanto sin troppo omogenea, tuttavia a questo punto mi viene da pensare che uno sviluppo talmente mascolino e grintoso sia una scelta fortemente voluta. Emerge così la volontà di una band a cui piace affondare il colpo sin dalle battute iniziali, trascinando, immettendo costanti dosi di groove, prendendosi però attimi di riflessione che aiutano; per farvi un'idea vi consiglio di ascoltare brani come "Black Orchid", "Fallin' Down", "Atlas" e "Hunting The Leviathan".

I Death Denied sanno quello che fanno e lo fanno bene. Come scritto in passato, «sono la classica band che mette tutti d'accordo» e "A Prayer To The Carrion Kind" è un altro disco che gli amanti del genere troveranno sicuramente di proprio gradimento, a riprova che la formazione ha imboccato una strada tutt'altro che personale, ma corretta e in grado di renderla una perfetta compagnia.