Gruppo: Whorehouse
Titolo: Corporation
Anno: 2017
Provenienza: Polonia
Etichetta: Defense Records
Contatti:

Facebook

 
TRACKLIST
  1. Corporation
  2. The Same Old War
  3. Toxic Dance
  4. Payback
  5. W.W.W.A.W.W.B
  6. Invaders
  7. The Silent Unsean
  8. Anguis In Herba
DURATA: 34:26

I Whorehouse sono dei veterani della scena thrash metal polacca, sebbene il quartetto di Cracovia abbia una discografia decisamente risicata. Infatti, in oltre vent'anni di attività ha dato alle stampe solo tre demo ("Bow To Lord" nel 1998, "Hate Machine Inc." nel 2002 e "True Living" nel 2003) e due album ("Execution Of Humanity" nel 2009 e "Corporation" nel 2017). Oggi mi ritrovo a parlare proprio dell'ultimo disco rilasciato.

"Corporation" è un'uscita compatta per musica, numero di tracce e durata, che si poggia — forse eccessivamente — sulle lezioni impartite da nomi illustri della scena statunitense quali Testament, Exodus, Forbidden e Megadeth. Si tratta di un'opera realizzata da musicisti che vivono di thrash metal e indirizzata ai fruitori ossessivi del genere, che potrei definire manieristica per modi e intenzioni. La band tuttavia riesce a mantenersi a galla, grazie a una prestazione complessiva dignitosa, piena di grinta e ad alcuni pezzi che invitano senza mezzi termini alla scapocciata, ad esempio "Toxic Dance" (il cui titolo fa subito pensare a "Toxic Waltz", indovinate di quale band...), "Payback" e "Invaders".

In pratica, "Corporation" è il classico lavoro che non vi sposterà di una virgola: dal punto di vista strumentale, è calzante sotto ogni aspetto, dotato di belle divagazioni solistiche, ma migliorabile a livello vocale (Seba è sempre sul pezzo, anche se risulta un po' prevedibile nell'impostazione delle linee); inoltre è ben prodotto, operazione di cui si è incaricato Dominik Burzym (Atrophia Red Sun e Mord'A'Stigmata) presso gli Studio 67.

Citando i ragazzi: «We dance on and on toxic dance». Sta a voi decidere se unirvi o meno alla loro danza.