Gruppo: Monkey Diet
Titolo: Inner Gobi
Anno: 2017
Provenienza: Italia
Etichetta: Black Widow Records
Contatti:

Sito web  Facebook

 
TRACKLIST
  1. Ego Loss
  2. Inner Gobi
  3. Slidin' Bikes
  4. The Endless Day Of Robby The Ant
  5. Moth
  6. Sorry Son... (I've Lost Your Car)
  7. Moonshine
  8. Seppuku
  9. Viking
DURATA: 54:52
 

Nel mare italiano di band prog più che valide, da adesso nuotano anche i Monkey Diet. La creatura formata da Daniele Piccinini (basso e sintetizzatori), Gabriele Martelli (chitarra acustica ed elettrica e sintetizzatori) e Roberto Bernardi (batteria) è una bella e interessante realtà, entrata a far parte del roster della sempre attivissima etichetta genovese Black Widow.

Il debutto "Inner Gobi" è un'opera totalmente devota al verbo strumentale, corredata dalla splendida copertina del pittore e artista Lorenzo Sammartino, dotata di una struttura grafica onirica e visionaria che ben si sposa con la natura multiversale della musica. Il suono progressivo di matrice settantiana, le influenze heavy psichedeliche e una serie di derive sonore che affondano nei panorami jazz e stoner sono il sostanzioso nutrimento del disco.

La scaletta è scura e presenta atmosfere e musica complesse. L'instabilità che vi impera talvolta è esplosiva e capace di rafforzarsi attraverso la distorsione delle chitarre e l'ossessività di certe sezioni di basso, che vanno a poggiarsi su basi dalle ritmiche cangianti; talvolta invece è diluita, liquida e lisergica, con trame dark.

"Inner Gobi" è un disco che merita attenzione e tempo, necessitando di svariati ascolti per essere assimilato al meglio, perciò preferisco evitare qualsiasi descrizione traccia per traccia, la celebrazione di ogni singolo pezzo, la solita sfilza di influenze e le mie personali preferenze. Del resto, una volta inserito il CD nel lettore, noterete che la preparazione tecnica dei Monkey Diet e la complessità di alcune soluzioni adottate vi indurrano a non trattarlo come un semplice sottofondo. Al contrario dovrete lasciare che il turbine di sensazioni vi avvolga completamente e ripetutamente.

La prima prova dei Monkey Diet è ricca di talento ed eclettismo, e aggiunge un altro nome a una lista di fascinose compagini emergenti da seguire e supportare. Bravi!