Gruppo: Hellucination
Titolo: Multiverse
Anno: 2018
Provenienza: Italia
Etichetta: Time To Kill Records
Contatti:

Facebook  Soundcloud  Youtube

 
TRACKLIST
  1. The First Ten Seconds
  2. Iron Sky
  3. Artificial Life
  4. There Is No Spoon
  5. Beyond The Walls
  6. Like A Scythe Through Wheat
  7.  Le Serment Des Chasseurs
  8. Woe Is Me
  9. Overhumanist
  10. Calculating Apocalypse
  11. Do Ut Des
  12. Satya Yuga
DURATA: 53:03
 

I romani Hellucination sono attivi da otto anni e hanno alle spalle l'EP "Ruins" (2013) e l'album "Katabasis" (2015). Nel 2018 hanno pubblicato la loro seconda fatica discografica di lunga durata intitolata "Multiverse". La loro proposta musicale ruota su un death metal dinamico dal piglio melodico e carico di groove, in grado di estremizzarsi nel momento del bisogno.

La miscela di sonorità proposta fa riferimento a quanto composto, realizzato e sentito nella scena dopo il 2000. L'offerta coriacea, aggressiva e muscolare viene espressa in brani quali "Artificial Life", "Beyond The Walls", "Like A Scythe Through Wheat", "Woe Is Me", "Overhumanist" e "Do Ut Des". La scaletta però comprende anche un paio di episodi dall'andatura maggiormente moderata e dotata di groove ("There Is No Spoon") o ritmicamente diversificata e sincopata ("Le Serment Des Chasseurs" e "Calculating Apocalypse"). I Nostri mettono perciò in mostra sia una discreta componente tecnica che la volontà di andare oltre la ripetizione di soluzioni incentrate esclusivamente sull'impatto.

"Multiverse" è una discreta mazzata: non è priva di difetti ed è afflitta da una sensazione di déjà-vu che persiste, ma per essere giudicata al meglio andrebbe forse vissuta in sede live, dimensione probabilmente più adatta a valutare l'effettivo valore delle tracce e degli Hellucination. Per ora la band ha messo in chiaro di possedere una base concreta sulla quale fare affidamento e migliorarsi in futuro.