Gruppo: Tanator
Titolo: Possessed By Madness, Possessed By War
Anno: 2014
Ristampa: 2016
Provenienza: Russia
Etichetta: Satanath Records
Contatti:

Facebook  Youtube  Bandcamp  Last.fm

 
TRACKLIST
  1. Siberian Hell
  2. Fear Of Death
  3. Help Yourself
  4. Chaos
  5. Toxic Rain
  6. City Of High Roofs
  7. Holidays In The Church
  8. Suchya Rabota
  9. Prison
DURATA: 38:09
 

Sono una persona male, malissimo, perché questo "Possessed By Madness, Possessed By War", debutto dei russi Tanator, è rimasto a lungo sul mio comodino prima di poter finalmente infilarsi nel lettore del PC e deliziarmi con i suoi suoni tra black e thrash metal. Alla fine ce l'ho fatta, ma la vera domanda qui è se farcela sia stato un bene o meno.

L'album è originariamente uscito nel 2014 in formato cassetta ed è stato poi distribuito su CD due anni più tardi, nel 2016. Il punto è che la qualità dei suoni è rimasta quella del tipo «mi infratto in una foresta e registro a caso, per non dire a cazzo»: tutte e nove le tracce, nessuna esclusa, risultano un po' troppo impastate; le distorsioni della chitarra non sono delle migliori e neanche la batteria riesce a compensare. Con dei suoni migliori il disco avrebbe certamente guadagnato punti in più, pur peccando forse di scarsa originalità; comunque, si tratta di un album di debutto e non riesco ad essere cattiva; anche perché, a dire la verità, sono troppo, troppo buona.

In ogni caso, non mi sembra che manchino le capacità, né tantomeno la voglia di fare o l'energia, "Holidays In The Church" ne è una buona dimostrazione. Spero quindi che il futuro riservi un grosso salto di qualità a questi tre ragazzi. Anzi mi auguro, in effetti, che il salto di qualità ci sia stato già con il secondo lavoro, "Degradation Of Mankind", uscito poco più di un anno fa.