Gruppo: Myrkvid
Titolo: Demons Are Inside
Anno: 2018
Provenienza: Francia
Etichetta: Immortal Frost Productions
Contatti:

Facebook  Bandcamp  Spotify

 
TRACKLIST
  1. Wish You Were Hell
  2. Serpent's Tongue
  3. Attending My Own Funeral
  4. Deathmarch
  5. Demons Are Inside
  6. The Return Of Darkness And Evil [cover Bathory]
DURATA: 25:38
 

Myrkvid è un nome che accomuna ben tre band black metal francesi, solo una di queste però è al momento attiva. Sto parlando degli autori di "Demons Are Inside", un ep di sei tracce edito quest'anno da Immortal Frost Productions. L'opera interrompe un silenzio durato cinque anni per Myrk e soci, che in carriera vantano un altro ep e un album.

Libretto e contatti social sono così scevri di informazioni sul quartetto da far dirigere la mia (e la vostra) attenzione direttamente alla musica, senza ulteriori indugi. La prima caratteristica del suono dei Myrkvid è la grande energia sprigionata dai brani, che contengono un buon bilanciamento di piglio sfrontato, groove e un'aura più distesa; il tutto con un approccio fedele all'old school senza sembrare anacronistico.

Scorrendo brevemente la scaletta, "Wish You Were Hell" presenta una carica black'n'roll che nel finale evolve in un richiamo (mentale) a "Black Metal Ist Krieg", mentre la successiva "Serpent's Tongue" è più variegata, alternando passaggi velenosi, feroci e riflessivi. "Attending My Own Funeral" invece esprime l'animo più viscerale della band, con atmosfere in bilico fra malinconia e superbia; "Deathmarch" segue la scia precedente in apertura, instillando vaghi rimandi ai Sargeist, allentati dalla furia del blast beat. "Demons Are Inside" poi è il brano più melodico e velatamente epico, nel quale lo screaming si ritira e lascia spazio unicamente agli strumenti. Infine i Myrkvid pagano omaggio alla tradizione e alla divinità Quorthon con la cover di "The Return Of Darkness And Evil": la loro versione è più rotonda e meno incisiva dell'originale; nulla di particolarmente memorabile.

In conclusione, "Demons Are Inside" è un breve ep che scorre liscio e intrattiene agevolmente l'ascoltatore. Il black metal equilibrato dei Myrkvid in queste dosi non possiede alcuna controindicazione.