Popolo di Aristocrazia,

chi ci segue da tempo saprà che i componenti del nostro staff residenti all'estero spesso si ritrovano a parlare di eventi malvagi e indubbiamente interessanti: Cina, Finlandia e Svizzera sono luoghi che più volte abbiamo attraversato con il nostro inchiostro virtuale. Proprio la nazione neutrale per eccellenza è stata teatro del Darkened Midsummer Ritual, concerto durante il quale E-L-R, Uada, Tardigrada e Bloodcrown hanno tinto di nero la città di Zurigo. Il nostro Ul Fieschi ci racconta della serata in un report, tra apprezzamenti alle band e qualche critica ai suoni.

Tra le dodici recensioni della settimana spicca un nome che non ha certo bisogno di presentazioni: parlo dei Grave Digger, dei quali abbiamo ripescato l'ottimo "Knights Of The Cross" dai nostri archivi polverosi. Rimanendo su territori classici, troviamo anche gli I, The Betrayer, band che debutta nel pieno del revival Heavy Metal e Hard Rock dell'Europa settentrionale.

Protagonista indiscusso — quanto meno per numero di articoli — è però il Death Metal, che in questo aggiornamento conta ben cinque presenze: abbiamo i Bombs Of Hades, ispirati alla Scandinavia di fine anni Ottanta e primi Novanta; i veterani Resurrected tornano alla riscossa con un lavoro morboso e intriso di horror e violenza; nel frattempo, Bosj subisce le mazzate degli Inverted Matter, nuova forma degli Inverted; gli Yggdrassil, invece, tendono al mondo Viking, ispirandosi leggermente agli Amon Amarth; infine, i Profane Order spingono sul versante Black nel nome dell'estremismo sonoro.

Procediamo appunto con il Metallo Nero, rappresentato da un lato dai nostrani Voices From Thaumiel, con il loro stile svedese, e dall'altro dai costaricani Black Whispers, più inclini al mondo depressivo e Post-. Se invece siete fanatici del Prog, non temete: il nostro Oneiros ci parla delle sperimentazioni del progetto A Cunning Man, impreziosite da elementi Math Rock, Ambient, Power e quant'altro. Chiudiamo il giro dando uno sguardo al panorama Rock: Aurelio Follieri propone un disco strumentale e sfaccettato, mentre i Le Jardin Des Bruits sono pià vicini alla scena Alternative, prendendo spunto da vari stili.

Anche per oggi dalla webzine più malvagia — e quindi bella — è tutto. Sayonara!

RECENSIONI:
A Cunning Man - Practical Applications Of Theurgy
Aurelio Follieri - Overnight
Black Whispers - Shades Of Bleakness
Bombs Of Hades - The Serpent's Redemption
Grave Digger - Knights Of The Cross
I, The Betrayer - 7
Inverted Matter - Detach
Le Jardin De Bruits - Assoluzione
Profane Order - Tightened Noose Of Sanctimony
Resurrected - Resurrected
Voices From Thaumiel - The Door For The Temple Of Perdition
Yggdrassil - All Shall Burn

LIVE REPORT:
Darkened Midsummer Ritual - (31/07/2017 @ Dynamo, Zurigo)