Popolo di Aristocrazia,

l'aggiornamento di questa settimana potrà sembrare un po' scarno, ma non è proprio così: la nostra solita dose settimanale di malvagità, infatti, è semplicemente compressa in un numero minore di recensioni; meno articoli, stesso malae.

Pur non essendo presente nella sua forma più (im)pura, il Thrash Metal infesta buona parte degli album trattati questa settimana: l'ibrido con il Black Metal è riscontrabile sia nel «metallo fino all'osso» dei Warfist, sia nello split ottantiano tra Curse, Styggelse e Wan; nel caso degli Under The Church, invece, è il Death Metal a essere sporcato di Speed e Thrash.

I fanatici del Black Metal vero e proprio avranno indubbiamente piacere a leggere della collezione di brani tratti dagli split pubblicati dai Satanic Warmaster. Anche gli Absque Cor faranno felici gli amanti del Metallo Nero, specialmente se di scuola polacca.

A chiudere l'aggiornamento troviamo infine un pezzo di storia dell'underground italiano: il Doom Metal ottantiano e pre-ottantiano degli Epitaph, tornati in scena pochi anni fa dopo una lunga pausa.

Per concludere, vi ricordo che potete ascoltare la nostra playlist del 2017, nel caso aveste bisogno di dare un ultimo sguardo allo scorso anno. Sayōnara!

RECENSIONI:
Absque Cor - Wędrówkę Haniebnie Zakończyć
Curse / Styggelse / Wan - Necroholic
Epitaph - Claws
Satanic Warmaster - We Are The Worms That Crawl On The Broken Wings Of An Angel (A Compendium Of Past Crimes)
Under The Church - Supernatural Punishment
Warfist - Metal To The Bone