Retrospectiva Al Metal Chileno

 
Autori: Andres Padilla S.
Titolo:  Retrospectiva Al Metal Chileno
Anno: 2009
Provenienza:   Cile
Editore: Corvus Discos
Contatti:

Sito web

 
Numero di pagine: 212
 

I più vecchi fra voi si ricorderanno della dittatura di Pinochet in Cile, un paese sudamericano che si estende lungo la costa occidentale del continente. Ignorando lo stato d'allerta provocato dalla giunta governativa, le culture metal e punk si svilupparono senza lasciarsi opprimere. Molti musicisti furono perseguitati dalla polizia e alcuni furono torturati. Il libro é in parte un omaggio a loro e una testimonianza di quell'era.

Questo prodotto di alta qualità è un vero pezzo da collezione. Grazie alla carta molto robusta e pesante, vi troverete fra le mani un tomo di formato maxi. Il libro vi riporta indietro ai tempi in cui la carta e l'ufficio postale rappresentavano ciò che oggi è Internet. Vi racconta la storia del Thrash dall'inizio degli Anni Ottanta, toccando diversi punti cruciali come l'oppressione da parte del regime, agli Anni Novanta, periodo in cui il genere aveva già superato l’apice. Protagonisti dell'epoca vi narrano le loro esperienze da metallari cileni in quegli anni di piombo. Seguendo la cronologia logica, il Death occupa la seconda parte del libro. Più avanti troverete una raccolta di aneddoti, una lista completa dei gruppi con tanto di scheda biografica e numerose riviste, anch'esse presentate a fondo.

La grande collezione di foto spesso inedite è completata da estratti di vecchie zines, e opere grafiche presentate in esclusiva. Grazie alla taglia del volume le immagini si presentano in tutto il loro splendore. Lo spagnolo utilizzato nei testi è piuttosto semplice e comprensibile anche per degli italofoni.

V’interessa il metal sudamericano o volete colmare alcune lacune metallo-geografiche? Volete contare in collezione un libro degno di questo nome? Non perdete l'occasione di accaparrarvi questo lavoro enciclopedico!

Facebook Comments