#116 LA BEFANA VIEN DI NOTTE… | Aristocrazia Webzine

#116 LA BEFANA VIEN DI NOTTE…

Popolo di Aristocrazia,

ora che anche la Befana — che io sono sempre più convinto essere un alter ego di Shamaatae degli Arckanum — si è dileguata, possiamo tornare a parlare di cose decisamente brutte. Sì, più della Befana.

Iniziamo con il pezzo forte della settimana, ossia l'intervista con i polacchi Disloyal concernente la loro storia quasi ventennale fatta di cambi di formazione e Death Metal; rimanendo nell'ambito del metallo della morte, abbiamo il mix di tecnica, brutalità e melodia dei The Arisen e un nome importante che però non ha convinto del tutto il nostro svizzero preferito, parlo degli Autopsy. Ci spostiamo verso la nostra sempre affollata area Black Metal sfruttando il ponte tra i due generi creato dagli Invoker per incontrare realtà di varia natura: troveremo i paesaggi invernali dei Dark Ravage, l'epicità battagliera degli Omnia Malis Est, le tendenze suicide degli ormai defunti Emptiness Soul, le contaminazioni Doom, Thrash e Black'N'Roll dei The 3rd Attempt, un vecchio progetto della mente dietro Lustre che prende il nome di The Burning, il debutto Post-Black degli Uluun e infine le derive avanguardistiche dei Bloodway. Chiudiamo con due realtà che vanno in direzione diametralmente opposte: il Grindcore ironico e furioso degli Stabb e il Drone-Doom asfissiante dei Mekigah.

Anche per questa settimana è tutto. Vi ricordo che sulla nostra pagina Soundcloud potete trovare il meglio della musica del 2015 secondo noi Aristocratici. Buon ascolto!

RECENSIONI:
Autopsy – Skull Grinder
Bloodway – Mapping The Moment With The Logic Of Dreams
Dark Ravage – Fall Of Inner Sanctum
Emptiness Soul – Life = Pain
Invoker – Aeon
Mekigah – Litost
Omnia Malist Est – Viteliù
Stabb – The Four Skateboarders Of The Apocalypse
The 3rd Attempt – Born In Thorns
The Arisen – Rising Times
The Burning – Summoning The Lost Energy
Uluun – Danke Dreiser !!!

INTERVISTE:
Disloyal