#131 A MALI ESTREMI, ESTREMI ASCOLTI

Popolo di Aristocrazia,

a noi piace il mondo estremo e penso che questo sia ormai abbastanza chiaro. Ma nel caso non lo fosse, in questo aggiornamento non abbiamo lasciato spazio a nessun tipo di musica tranquilla e ci siamo concentrati unicamente sui generi più spinti. «Too extreme!», come direbbe qualcuno.

Apriamo le danze — o meglio, lo scapocciamento — nel nome del Thrash Metal dei Godslave e degli Scarlet Anger. Poi subito dopo ci buttiamo a capofitto nel panorama Death Metal: possiamo scegliere tra quello ispirato agli anni Novanta degli Affliction Gate, quello più sperimentale dei Barús, quello orientato al rumorismo dei Legion Of Andromeda e quello tinto di nero dei Funebria. Il Black è riscontrabile in buona parte anche nel sound più industriale degli Ofghost e in quello purtroppo poco incisivo degli Iscarioth, tuttavia se siete amanti delle derive più atmosferiche e vicine all'universo Post- di questo genere, sposterei l'attenzione sugli Echoes Of The Moon. Non poteva mancare infine una presenza Doom, rappresentata dallo split tra Funeral Tears e Поезд Родина.

Dopo tutto questo ammasso di musica orribilmente rumorosa, il vostro Vlakorados vi saluta e torna ad ascoltare un po' di sano J-Pop. Sayonara!

RECENSIONI:
Affliction Gate – Dying Alone
Barús – Barús
Echoes Of The Moon – Entropy
Funebria – Dekatherion: Ten Years Of Hate & Pride
Funeral Tears / Поезд Родина – Frozen Tranquillity
Godslave – Welcome To The Green Zone
Iscarioth – I Am The Arm
Legion Of Andromeda – Iron Scorn
Ofghost – The Awakening
Scarlet Anger – Freak Show

 

Facebook Comments