#149 TRA NAZGÛL, POST-BLACKGAZE E TAPPI FARLOCCHI

Popolo di Aristocrazia,

se leggendo il titolo di questo editoriale aveste pensato che siamo impazziti, vi posso assicurare che vi sbagliate. Più o meno. La realtà è che la nostra corrispondente in terra finlandese Elisunn ha avuto l'opportunità di vedere dal vivo i tanto amati/odiati Deafheaven, per l'occasione accompagnati dagli interessantissimi Atomikylä. Date un'occhiata al suo live report e vedrete che magicamente tutto avrà senso.

Noialtri in sede italiana ci siamo invece dedicati alle immancabili recensioni e con la fine delle vacanze estive stiamo tornando ai soliti numeri: avrete infatti ben sette album da approfondire. Stranamente, il Black Metal occupa una grossa fetta del lotto di articoli: che sia quello scarno e asciutto degli Svartelder, quello cadenzato e vagamente dissonante degli Ecferus, quello avanguardistico dei Misanthropic Rage, quello induista dei Drought o quello senza percussioni degli Dzö-nga, il Metallo Nero è sempre di casa da queste parti. Ovviamente non possiamo dimenticarci del resto del panorama musicale, per cui voi anti-blackster potrete gustarvi il Progressive Metal tenebroso e orchestrale di Zierler o l'Alternative Rock di stampo americano dei Too Left 2 Be Right.

L'ultima notizia di questa settimana riguarda l'ingresso nel nostro staff di Giup, di cui potrete leggere la prima recensione proprio in questo aggiornamento; lascio a voi il piacere di scoprire quale sia.

Chiudiamo l'editoriale ricordandovi che siamo ancora alla ricerca di nuovi collaboratori; per i dettagli vi rimando alla pagina dedicata. Sayonara!

RECENSIONI:
Drought – Rudra Bhakti
Dzö-nga – Five Treasures Of Snow
Ecferus – Pangaea
Misanthropic Rage – Qualia
Svartelder – Pyres
Too Left 2 Be Right – SOS Mall
Zierler – ESC

LIVE REPORT:
Deafheaven + Atomikylä (22/08/2016 @ Tavastia, Helsinki)

Facebook Comments