#159 METALLO IBRIDO

#159 METALLO IBRIDO

Popolo di Aristocrazia,

da queste parti il metallo ci piace ibrido. Non solo, è vero, anche perché la frangia più tradizionalista del nostro staff potrebbe offendersi, ma tra le recensioni di questa settimana abbiamo un bel numero di lavori che mischiano vari stili. Iniziamo con i No Man Eyes e il loro minestrone di Heavy, Thrash, Prog e Death melodico; continuiamo con il Prog-Power sinfonico dei Red Cain; e chiudiamo celebrando il ritorno all'opera del nostro Mourning con l'Heavy-Doom misto a Hard Rock dei Bus e lo split tra In Cauda Venenum, Heir e Spectrale, nel quale Black, Sludge e Post- trovano un punto di incontro.

Chi invece preferisce sonorità più standard sarà invece attratto dalla furia Nera degli Ars Veneficium, o in alternativa dalle atmosfere glaciali e darkspaceiane dei Battle Dagorath, o ancora dalle sonorità tendenti al Doom degli Endlos; anche il Death Metal ci mostra il suo lato più tradizionale con la brutalità degli Atretic Instestine, mentre gli In Twilight's Embrace preferiscono usare soluzioni più melodiche. D'altra parte il Metalcore, rappresentato da Shark Infested Daughters e Magoa, ci si presenta condito da tastiere nel primo caso e dall'Elettronica nel secondo; parlando di Elettronica dobbiamo per forza di cose arrivare alle sperimentazioni psichedeliche dei Boobs Of Doom, per poi chiudere in ambito Prog Rock con i Kyros.

Anche per questa settimana da Aristocrazia è tutto. Sayonara!

RECENSIONI:
Ars Veneficium – The Reign Of The Infernal King
Atretic Intestine – Trail Of Entrails
Battle Dagorath – I – Dark Dragons Of The Cosmos
Boobs Of Doom – WOW IS DEAD.
Bus – The Unknown Secretary
Endlos – Im Fallen Verlaufen
In Cauda Venenum / Heir / Spectrale – In Cauda Venenum / Heir / Spectrale
In Twilight's Embrace – Trembling
Kyros – Vox Humana
Magoa – Imperial
No Man Eyes – Cosmogony
Red Cain – Red Cain
Shark Infested Daughters – These Tides, Our Tombs

Facebook Comments