#172 POGO TELLURICO

Popolo di Aristocrazia,

dopo la parentesi alternativa della scorsa settimana, oggi torniamo a parlare di roba da metallari in ambito live: il nostro Oneiros ha avuto l'opportunità di godersi i Destrage in compagnia di Sharks In Your Mouth, Nebulae e Thirsting For Revenge; una serata all'insegna del pogo tra Prog, Alternative, Stoner e Metalcore che ha fatto tremare la ridente cittadina di Frattamaggiore.

Per quanto riguarda le recensioni, questa volta si parte dalla vecchia scuola: gli anni Ottanta sono presenti nell'Heavy Metal dei The Press Gang così come nel Thrash dei Powered By Death e altrettanto old school suonano gli Excöriator, anch'essi forieri di scapocciate. Anche il Groove Metal si ritaglia un discreto spazio in questo aggiornamento: in primis con gli Harvest, ma anche con i Black Motel Six che lo mischiano all'Alternative e non solo. Spingendoci in territori più estremi incontriamo il Dark Metal dei Mustan Kuun Lapset, mentre il Black Metal è rappresentato dallo stile scandinavo di Voodus e Isgärde, da quello melodico dei Wolves Den e da quello horror-sinfonico dei Gloomy Grim. Rimanendo in tema nordeuropeo, gli Huldre ci regalano invece del buon Folk Metal. Chiudiamo infine come sempre uscendo dal mondo del Metallo e trovando il Southern-Hard Rock dei Vermilion Whiskey, l'Hardcore-Crust dei Rest e l'ibrido di Neofolk e Prog Rock degli Hautville.

Direi che anche questa volta ne abbiamo un po' per tutti i gusti. Il vostro Vlakorados vi saluta e vi augura una brvtta settimana. Sayonara!

RECENSIONI:
Black Motel Six – Everything In Its Place
Excöriator – Faster Harder Louder
Gloomy Grim – The Age Of Aquarius
Harvest – Omnivorous
Hautville – Mater Dolorosa
Huldre – Tusmorke
Isgärde – Jag Enslig Skall Gå
Mustan Kuun Lapset – Saatto
Powered By Death – It's Only Getting Worse
Rest – Rest
The Press Gang – Medusa 5
Vermilion Whiskey – Spirit Of Tradition
Voodus – NightQueen
Wolves Den – Deus Vult

LIVE REPORT:
Destrage + Sharks In Your Mouth + Nebulae + Thirsting For Revenge @ Frattamaggiore

Facebook Comments