#219 BUON CAPRODANNO! | Aristocrazia Webzine

#219 BUON CAPRODANNO!

Popolo di Aristocrazia,

a quanto pare siamo sopravvissuti un altro anno; ce l'abbiamo messa tutta per portare mørte & distruzionæ, ma c'è ancora tanto lavoro da fare. In attesa dell'Apocalisse Aristocratica che un giorno porrà fine alle nostre sofferenze, per il momento godiamoci una bella (over)dose di buona musica del malæ direttamente dal 2017: le nostre playlist di fine anno vi consentiranno di dare uno sguardo — e un ascolto — all'anno appena passato con gli occhi dei vostri Aristocratici preferiti.

Per iniziare bene questo 2018, non possono mancare le consuete recensioni, per l'occasione ampiamente tinte di nero. Il fronte più tradizionale ci propone il «godtormenting black metal» degli Infidel e il primo EP dei campani Neve, band ancora in fase di crescita che mostra già buone potenzialità; inoltre, il debutto dei Throaat mette tanta carne al fuoco con il suo Black-Thrash dalle numerose influenze.

Passando a lavori più atmosferici, chi avesse nostalgia degli Agalloch potrebbe scovare nell'esordio degli A Pale December un'ottima alternativa; i fanatici dell'ibrido con il Post-, invece, troveranno sicuramente interessanti gli Ubiquity, mentre i Frozen Ocean aggiungono al mix un'ulteriore componente di stampo Ambient. C'è spazio inoltre per il Blackgaze, grazie al disco dei Violet Cold, pienamente legato a questo stile, e anche per il terrificante abisso creato dai Chaos Moon.

Al confine tra il Black Metal e la sperimentazione pura troviamo il nuovo parto di Botanist, i cui dulcimer continuano ad aggiungere un tocco di verde al Metallo più Nero. Concludiamo infine con due realtà che accontenteranno chi necessita di altri generi: lo Sludge-Stoner minimalista e variegato degli Zolle e l'indefinibile sound degli Zenden San, tra Rock, Funk, Jazz, Noise, Metal e Mathcore.

È tutto per questo primo aggiornamento del 2018; un ottimo modo per iniziare l'anno nuovo dopo l'abbuffata di zamponi e cotechini. Akemashite omedetō gozaimasu!

RECENSIONI:
A Pale December – The Shrine Of Primal Fire
Botanist – Collective: The Shape Of He To Come
Chaos Moon – Escathon Mémoire
Frozen Ocean – Transience
Infidel – III
Neve – Tales From The Unknown
Throaat – Reflections In Darkness
Ubiquity – Forever/Denied
Violet Cold – Anomie
Zenden San – Daily Garbage
Zolle – InFesta

RUBRICA:
Playlist 2017