#226 44 CANI IN FILA PER 666 COL RESTO DI MYRKUR | Aristocrazia Webzine

#226 44 CANI IN FILA PER 666 COL RESTO DI MYRKUR

Popolo di Aristocrazia,

l'aggiornamento di oggi è decisamente ricco di articoli degni di nota. Non che solitamente non sia così ma questa volta ci siamo superati. Inizierei ricordandovi della playlist di San Malæntinö, nostro piccolo omaggio per celebrare il sentimento più bello del mondo. O almeno così dicono.

Nel caso tutti i cuoricini e le coppiette vi abbiano dato il voltastomaco, potreste aver trovato conforto nel migliore amico dell'uomo. Pochi giorni fa siamo infatti entrati nell'Anno del Cane secondo il calendario cinese, motivo per cui abbiamo deciso di preparare una nuova playlist a tema canino. Come per l'altra celebrazione, troverete un articolo in cui commentiamo le nostre scelte.

Se — come immagino — le vostre scorte di musica non fossero ancora sufficientemente piene, il nostro Ul Fieschi ha esplorato il panorama underground per tirare fuori i 6(66) gruppi emergenti da scoprire in febbraio: una piccola guida per chi non riesce più a orientarsi in una scena sempre più vasta. Sappiate che vi stiamo risparmiando l'ascolto di 200 — duecento — band.

E non è tutto: Elisunn ci regala un report dell'ottimo concerto acustico di Myrkur accompagnata da Päivi Hirvonen in quel di Helsinki; gli amanti del Folk apprezzeranno sicuramente le parole colme di soddisfazione della nostra inviata in terra finlandese.

Arriviamo finalmente alle nove recensioni della settimana. Come d'abitudine, partiamo dal mondo estremo: la fazione Black Metal ci propone la maturazione artistica del progetto Agonia Black Vomit e il buon Depressive di While They Sleep, mentre l'ep degli Armagh è più orientato verso l'ibrido primordiale con il Thrash; lo split tra Horror God e Techne, invece, ci consente di gustare del buon Death Metal.

Il mondo Doom è rappresentato da The Howling Void, realtà ormai affermata nel genere che sembra aver raggiunto una certa maturità; per quanto riguarda la scena Post-, i Row Of Ashes debuttano con un disco psicologicamente devastante, prendendo sia dal Metal che dall'Hardcore, senza dimenticare la giusta dose di Sludge.

In ambito Prog, sono due i lavori trattati in questo aggiornamento: quello dei Glass Mind è difficile da digerire, ma non per questo brutto, suonando al contrario affascinante; i Led By Vajra, invece, applicano il genere a macrostrutture Metalcore.

Ultimo ma non per importanza, troviamo in chiusura l'Alternative Rock Novantiano misto a Grunge e Prog dei Final Coil; gradevole, ma senza riuscire a lasciare il segno.

È tutto per questo aggiornamento carico di musica bella e brvtta. Sayōnara!

RECENSIONI:
Agonia Black Vomit – Cosmosatanic Wisdom
Armagh – Venomous Frost
Final Coil – Persistence Of Memory
Glass Mind – Dodecaedro
Horror God / Techne – Split
Led By Vajra – ΨΥXN
Row Of Ashes – Let The Long Night Fade
The Howling Void – The Darkness At The Edge Of Dawn
While They Sleep – Le Fleurs Du Mal

LIVE REPORT:
Myrkur "Folkesange" + Päivi Hirvonen (10/02/2018 @ Konepajan Bruno, Helsinki)

RUBRICA:
Cane Mangia Dio

ARTICOLO:
6(66) Gruppi Emergenti Da Scoprire In Febbraio