#239 POSTA IN BUCA

Fra qualche settimana la nostra webzine festeggerà i nove anni di attività, durante i quali abbiamo raccolto una mole parecchio corposa di contatti, fra band, etichette, agenzie di promozione etc. Ci troviamo così a ricevere ogni giorno decine e decine di messaggi (email o su Facebook) con le più disparate richieste.

Tanti ci scrivono senza aver mai aperto il nostro sito, chiedendoci così di pubblicare news e comunicati stampa oppure di procurargli un contratto discografico. Altri ignorano completamente il nostro manifesto e danno per scontato di poterci inondare di inconsistenti file digitali. Dopo aver scartato questo genere di proposte, possiamo finalmente analizzare chi condivide il nostro identico modo di vedere la musica. I redattori hanno davvero l'imbarazzo della scelta, potendo spulciare numerosissime richieste di recensione, specialmente in ambito estremo, da sempre il nostro punto forte.

Capirete che gestire tutti questi messaggi è un lavoraccio, che porta via tantissimo tempo, perciò dovrete perdonarci se rispondiamo con tempi parecchio dilatati, tuttavia ci preme valutare con attenzione ogni singola richiesta. Se volete aiutarci, vi consigliamo di consultare il nostro sito e il manifesto prima di contattarci: inviare allegati da decine di MB di dati, con mp3 trap e senza una singola riga di presentazione potrebbe non essere una grande idea…


RECENSIONI:
Blue Dawn – Edge Of Chaos [2017: heavy metal, progressive metal]
Brutal God – The Day Of The Lord [2018: death metal]
Devlsy – Private Suite [2017: black metal, post-metal, shoegaze]
Eeva – Mielen Puolivaltias [2017: death metal, thrash metal]
Esoteric – Esoteric Emotions – The Death Of Ignorance [1993, 2017: death metal, funeral doom metal]
Falaise – My Endless Immensity [2017: black metal, post-rock, shoegaze]
Misanthropic Existence – Death Shall Be Served [2017, 2018: black metal, death metal]
Pavillon Rouge – Dynasteïa Klub [2018: black metal, elettronica, industrial metal, new wave]
Rome In Monochrome – Away From Light [2018: doom metal, post-rock, shoegaze]
Squidhead – Cult[ist] [2018: death metal, djent, industrial metal, progressive metal]
Suum – Buried Into The Grave [2018: doom metal]

ARTICOLO:
Mujõ (ex KOAN)

Facebook Comments