#245 UN POST-(O) AL SOLE

Popolo di Aristocrazia,

Dopo aver superato con non poca pena il primo fine settimana di caldo torrido ufficialmente annunciato dai meteorologi italiani, siamo giunti a una triste ma inevitabile realizzazione: l'estate è davvero arrivata. Badate bene: non c'è ruspa che tenga, il caldo africano non può essere «rimandato a casa sua»; c'è solamente sofferenza e non sembra esserci via di fuga, per il momento.

Come si affronta una presa di coscienza del genere, vi starete chiedendo. Ebbene, il vostro oneironauta ha una soluzione per voi: basta trovare un post-(o) adeguato e tutto sarà più tollerabile! Ecco, poi, a proposito di post-(i), vi domanderete come si fa a trovare quello più giusto. Tranquillizzatevi: abbiamo la soluzione anche a questo secondo enigma. Godetevi una playlist a base di tutto ciò che si può definire post- che è passato sulle nostre pagine digitali in questa prima metà del 2018 e state ben certi che troverete di sicuro il vostro post-(o) al sole che più fa per voi!


RECENSIONI:
Abigor – Höllenzwang (Chronicles Of Perdition) [2018; black metal]
Aorlhac – L'Esprit Des Vents [2018; black metal]
Asphagor – The Cleansing [2018; black metal]
Dreadful Fate – Vengeance [2018; death metal, thrash metal]
Hundred Year Old Man – Breaching [2018; post-metal, sludge]
Mortuorial Eclipse – Urushdaur [2018; black metal, death metal]
Shockproof – More Broken Chains [2018; thrash metal]

Facebook Comments