#247 IL FASCINO DELL’ESTREMO

Salve Aristocratici,

mentre vi presentiamo un aggiornamento in controtendenza, che vede per una volta i rappresentanti del metal estremo in minoranza, mi viene spontaneo domandarmi come mai ciò sia accaduto così di rado. Per quali ragioni la branca estrema del metal, quella che si ritiene elitaria, si ammanta spesso di un'aura di impermeabilità e di mistero, esercitando un fascino così grande sui fan?

Credo che chi ci segue troverà evidente il fatto che più della metà delle uscite che trattiamo hanno a che fare con black e death metal. Non vi sorprenderà perciò scoprire che le nostre recensioni in questo senso rappresentano un ottimo campione delle richieste che ci arrivano.

Anche in quei momenti in cui un genere non correlato vive per qualche tempo un suo periodo di splendore, immancabilmente c'è uno zoccolo duro di band e di fan che continua a suonare estremo, a volere estremo. Certo la copertura non manca, alcune delle band più quotate a livello commerciale sono nate in grembo all'estremo e tutt'ora ne hanno le caratteristiche, sono stati pubblicati libri su libri e internet ha gettato luce su quelle che una volta erano personalità avvolte nel mistero. È diventato normale incrociare un appassionato e rompere il ghiaccio, ripercorrendo le proprie conoscenze dei fatti che colpirono la Norvegia negli anni '90, o discutere con lui su quale sia a suo parere il miglior disco dei Death. Ma in tutto questo, i famosi defender fedeli al solo metallo puro, dove sono finiti? L'heavy classico ha vissuto qualche anno fa un suo piccolo ritorno di fiamma con band come gli scomparsi Benedictum, i Devil, gli Eternal Champion, gli Slough Feg ad esempio, oppure una delle band qui sotto, tuttavia sono bestie rare gli ascoltatori devoti a questo suono, sotto una certa età. 

Secondo voi a cosa è dovuto? Quali sono le band interessanti da scoprire al di fuori dell'estremo?


NUOVI ARTICOLI ONLINE

RECENSIONI:
Acârash – In Chaos Becrowned [2018: doom metal, post-metal]
Atlases – Penumbra [2017: doom metal, post-metal]
Cameltoe – Up Your Alley [2018: hard rock, heavy metal]
Daylight Silence – Threshold Of Time [2018: heavy metal, progressive metal]
Defiatory – Hades Rising [2018: thrash metal]
Jumpscare – Sowing Storms [2017: alternative metal, metalcore]
La Janara – La Janara [2017: doom metal, heavy metal]
Nekromant – Snake & Liars [2017: doom metal, hard rock, heavy metal]
Perpetual Night – Anâtman [2018: death metal]
Sodomized Cadaver – Verses Of Vorarephilia [2017: death metal]
Sudden Death – Stillborn [2018: death metal]
 

INTERVISTA:
Pryapisme [avantgarde metal, progressive metal]

Facebook Comments