#34 LAUREA IN METAL HONORIS CAUSA

#34 LAUREA IN METAL HONORIS CAUSA

Care lettrici e cari lettori,

rieccoci con l'aggiornamento numero trentaquattro della Terza Era di Aristocrazia Webzine. Quest'oggi vi offriamo un lotto di nuovi articoli composto da sette recensioni, un'intervista e uno speciale di approfondimento.

Le recensioni sono dedicate prettamente all'ambito estremo: il vessillo del doom metal è tenuto alto dall'esordio funeral dei Woe Unto Me e dalle sonorità più classiche dei Burning Saviours; i Barbarian compiono un passo avanti nel loro thrash-black anni '80, aggiungendo maggiore varietà alla propria musica; i Dominus Ira si muovono sul versante black metal in maniera "ragionata"; i belgi Disinterred ricorrono all'autoproduzione per diffondere il proprio death metal primordiale arricchito da dettagli ruvidi punk-hardcore. Non convince del tutto invece il metalcore dei Dulcamara, mentre il secondo album de Il Cerchio D'Oro soddisferà gli amanti del prog rock settantiano.

Dulcis in fundo abbiamo l'intervista al progetto dark ambient Day Before Us (già apparso sulle nostre pagine) e un articolo davvero speciale dedicato agli Agalloch. LordPist infatti ha rielaborato la propria tesi di laurea per crearne un estratto con cui andare a conoscere più a fondo il gruppo statunitense che ha dato il via al "cascadian black metal".

Dalla redazione è tutto: passo e chiudo!

RECENSIONI:
Barbarian – Faith Extinguisher
Burning Saviours – Boken Om Förbannelsen
Disinterred – Incantation
Dominus Ira – Negotium Parambulans In Tenebris
Dulcamara – El Antagonista
Il Cerchio D'Oro – Dedalo E Icaro
Woe Unto Me – A Step Into The Waters Of Forgetfulness

ARTICOLO:
Our Fortress Is Burning: Agalloch

INTERVISTA:
Day Before Us

Facebook Comments