#48 UN DECA IN PIÙ

#48 UN DECA IN PIÙ

Care lettrici e cari lettori,

ben ritrovati come ogni lunedì col nostro editoriale di presentazione ai nuovi articoli. Allieteremo la quarta settimana del mese di settembre con dieci recensioni.

Le uscite targate 2014 sono sette: abbiamo la miscela politicamente scorretta di speed-thrash-black tinta di punk-hardcore dei finnici Wömit Angel; l'hardcore ancora più massiccio e incazzato che in passato dei marchigiani MuD; lo split black metal fra Sarkrista e Unhuman Disease; l'ambiziosa opera di metal sinfonico sullo stile di Luca Turilli del siculo Antonio Pantano; la ristampa del disco dei danesi Eldjudnir, autori di un black metal intriso di mitologia norrena; il solido esordio in salsa doom-stoner psichedelico-ritualistico dei canadesi Zaum; e l'elegante e raffinato progetto Secret Tales, che attinge dai panorami neo-prog, neo-classico, folk e in parte dal metal.

Infine, andando a ritroso nel tempo, vi proponiamo due uscite del 2013: il secondo album thrash metal carico di adrenalina degli scozzesi Amok e il black metal basato su tempi medi dei romeni Siculicidium. Dal 2011 invece riprendiamo il black metal sinfonico e sintetico, carico di elementi industrial, degli ucraini Evil Palace.

Da M1 è tutto, statemi bene e a presto!

RECENSIONI:
Amok – Somewhere In The West
Antonio Pantano – Arcandia
Eldjudnir – Angrboða
Evil Palace – Born In Darkness
MuD – From The Bottom
Sarkrista / Unhuman Disease – Those Who Preach Perdition
Secret Tales – L'Antico Regno
Siculicidium – Hosszú Út Az Örökkévalóságba
Wömit Angel – Holy Goatse
Zaum – Oracles

Facebook Comments