#76 UN ALTRO FOTTUTO MASSACRO COLLETTIVO | Aristocrazia Webzine

#76 UN ALTRO FOTTUTO MASSACRO COLLETTIVO

Care lettrici e cari lettori,

questo primo aggiornamento di aprile 2015 non è altro che l'ennesima colata di metallo che riversiamo nei vostri occhi e nelle vostre orecchie.

La vetrina è per un quartetto di uscite fresche di pubblicazione: in rigoroso ordine alfabetico vi parliamo del caos organizzato orchestrato dai Dan Deagh Wealcan grazie alla fusione di mathcore e prog rock; dello stoner-doom metal a tinte horror degli italianissimi Loimann; dell'estenuante doom metal con derive post metal e ipnotiche del trio (neanche a dirlo!) dei Magi; e del death metal melodico condito da tanto groove e che tende al death'n'roll dei Preach.

Tornando indietro di appena un anno, eccovi il death metal piacevole e ordinario dei Decimation, lo stoner-doom metal strumentale dei Monobrow e il black metal acre dei Sordide. Infine Ul Fieschi ha ripescato un disco degli iberici Barón Rojo direttamente dal 1982, ristampato per onorare l'heavy metal a tinte anni '70 del gruppo.

La redazione vi augura di trovare tanta buona musica pesante nelle vostre uova di cioccolato! Statemi bene…

RECENSIONI:
Barón Rojo – Volumen Brutal
Dan Deagh Wealcan – Two Straight Horizontal Lines And The Organized Chaos In Between: Director's Cut
Decimation – Reign Of Ungodly Creation
Loimann – Drowning Merged Tantras
Magi – Forget Me Not
Monobrow – Big Sky, Black Horse
Preach – Gasoline Veins
Sordide – La France A Peur