#82 POLLICE VERDE | Aristocrazia Webzine

#82 POLLICE VERDE

Care lettrici e cari lettori,

oltre alle corna simbolo per eccellenza del metal, avete il pollice verde? Questa settimana Vlakorados sorprende tutti con un articolo di approfondimento intitolato "La Voce Delle Piante", nel quale esplora una nuova frontiera della musica sperimentale: le note prodotte dai vegetali!

Come saprete se ci seguite da molto, personalmente non amiamo quel filone di ristampe dedicate a dischi freschi di uscita (magari su major) che non fanno altro che spillare denari a chi ancora acquista musica in formato fisico. Tuttavia non tutte le ristampe vengono per nuocere, come dimostrano le tre che vi proponiamo oggi: Ul Fieschi parla dello scoppiettante esordio dei francesi High Power, a base di heavy metal vivace e fantasioso, targato 1983; Bosj ha finalmente messo le mani sul debutto malato dei Famine, oggi diffuso in larga scala su cd da Avantgarde, che oltrepassa il concetto di black metal in favore di rumori stranianti, acidi e destrutturati; infine il sottoscritto gode ancora una volta delle ottime uscite della belga Immortal Frost Production, grazie al godevole black metal dei greci Abyssgale (in origine distribuito su musicassetta lo scorso anno).

La chiusura del terzo aggiornamento di maggio 2015 è appannaggio del maturo death-black metal dei Dead Alone, del thrash-metalcore dei We All Fall, del mantra lento e onirico dei Vulturium Memoriae e del post-metal breve ma intenso dei nostri connazionali Aidan.

Che il metallo sia con voi, miei cari!

RECENSIONI:
Abyssgale – Hegemon
Aidan – Temno
Dead Alone – Nemesis
Famine – Famine
High Power – High Power
Vulturium Memoriae – Nato Per Ragioni Ignote
We All Fall – Miasmatic

ARTICOLO:
La Voce Delle Piante