#91 ADDII E BENVENUTI | Aristocrazia Webzine

#91 ADDII E BENVENUTI

Nel preparare questo editoriale, l'elemento che più mi ha colpito è come — pur nel ristretto novero della manciata di articoli settimanali — il mondo musicale sia sempre in fluido divenire. Il casus belli è dato dal più recente disco dei Folkearth, progetto internazionale che ha dedicato il suo "Baldur's Lament" alla scomparsa di uno dei propri fondatori, il lituano Ruslanas "Metfolvik" Danisevskis. Per ogni perdita, però, il sottobosco estremo si rinfoltisce di nuovi nomi all'esordio ed è questo il caso della formazione prog-metalcore statunitense Apoapsis e del gruppo melo-death olandese Algos.

A dare ancora più spessore a queste velleitarie riflessioni sulla vita ci aiuta anche il nuovo lavoro di Mare Cognitum, fiero esponente del black metal più atmosferico, che questa settimana si divide lo scranno del nero metallo insieme al tedesco Steingrab e ai belgi Ars Veneficium. Chiudono il lotto delle recensioni il ritorno dei bulgari Obsidian Sea e del loro doom classico, dall'heavy stoner degli svedesi Sparzanza e dal death metal infarcito di venature black dei belgi Zardens.

Lo speciale della settimana è poi riservato all'esibizione dei Pussy Sisster, supportati dai Firemoon in quel di Lenzburg, poco fuori Zurigo. La penna, chiaramente, è del nostro svizzero preferito: Ül (inossidabile) Fieschi.

Buona lettura e buon ascolto!

RECENSIONI:
Algos – The Death Of Seasons
Apoapsis – Balance
Ars Veneficium – The Abyss
Folkearth – Balder's Lament
Mare Cognitum – Phobos Monolith
Obsidian Sea – Dreams, Illusions, Obsessions
Sparzanza – Circle
Steingrab – Äon
Zardens – Blackness Unfolds

LIVE REPORT:
Pussy Sisster + Firemoon @ Met-Bar Lenzburg (11/07/2015 @ Met-Bar, Lenzburg, Svizzera)