DEEP DESOLATION (2013)

   
Gruppo: Deep Desolation
Traduzione:  Insanity
 
Formazione:

  • Piorun – Basso
  • Markiz – Chitarra
  • Meriath – Chitarra, Voce
  • Wilku – Batteria
 

Nel 2011 avevo avuto un gradito scambio di opinioni con Meriath dei Deep Desolation, il 2012 ci ha portato un nuovo album, "Rites Of Blasphemy", e l'occasione di porre ancora qualche domanda alla band, vediamo quindi di aggiornare la situazione.

 


 

Bentornato su Aristocrazia Webzine, com'è trascorso questo 2012? Siamo ormai sul finire dell'anno, vogliamo iniziare a tirarne le somme?

Meriath: Il 2012 è stato impegnativo per noi, abbiamo lavorato molto in studio, qualche concerto, nuove idee e abbiamo iniziato a scrivere canzoni per il nuovo album. Come puoi vedere siamo una band che lavora duramente, e siamo ancora pieni di energie.

Sul finire del 2011 avete pubblicato lo split con Iugulatus e Primal, cosa vi unisce a queste formazioni? Rispetto e amicizia? Quanto ritenete siano utili queste soluzioni discografiche nelle quali più band si confrontano? Ho letto molte critiche, spesso immotivate, su questo tipo di uscite.

Siamo amici anche fuori dal mondo musicale, ci conosciamo bene, usciamo insieme abbastanza spesso. Per quanto riguarda gli split, sono un po' combattuto, a volte ci sono troppi stili diversi, ma d'altro canto c'è qualcosa oltre alla musica. Volevamo mostrare il nostro supporto e la nostra collaborazione tra band, per questo abbiamo fatto quello split. Il nostro stile è stata una continuazione di "Subliminal Visions" e la registrazione di queste tracce è stata l'occasione di presentare il nuovo batterista, appena entrato nella band, e la mia voce per dire brevemente qualcosa a proposito dello split che abbiamo presentato, ha subito dei cambiamenti dal primo album in poi.

Parliamo di "Rites Of Blasphemy", mi illumini sulla scelta del titolo?

Il titolo per "Rites Of Blasphemy" è nato naturalmente. Durante la fase di composizione e scrittura dei testi ci siamo accorti che erano in qualche modo blasfemi, sia la musica che i testi. Quando Markiz ha scritto il testo di "Blasphemous Rite" abbiamo deciso che il titolo dell'album sarebbe stato una sua variazione, come un insieme di rituali blasfemi.

La vostra proposta è rimasta ancorata al Black-Doom di "Subliminal Visions", però è diventata particolarmente drogaticcia, c'è infatti una forte inclinazione alla psichedelia che supporta in maniera essenziale le allucinazioni che il sound vuole ricreare. Cos'è cambiato nel vostro modo di comporre? In questo periodo si sono modificati anche i vostri ascolti abituali? Quali sono i dischi che avete macinato con costanza durante la composizione del vostro?

No, non sono cambiati i nostri gusti musicali! La musica si evolve in noi. Proviamo ogni nuova canzone più volte, per cui abbiamo tempo per cambiare ciò che vogliamo, ma non abbiamo deciso di fare un album "più psichedelico". Ho portato le mie idee e i miei riff, questo è il cambiamento, perchè l'album precedente è stato completamente scritto da Markiz. "Rites Of Blasphemy" contiene più idee mie, Piorun ci ha dato alcune melodie e Wilku alcuni arrangiamenti, possiamo dire che "Rites Of Blasphemy" è stato più un lavoro di squadra.

Si passa dall'evocare antichi rituali nella titletrack all'imporre la propria volontà e necessità, annullando il potere del credo in "Cuius Regio / Eius Religio", sino all'uomo che si pone nel ruolo di divinità in "I Became God". La religione continua a essere uno dei mali che l'Uomo non riesce a debellare? Invece di essere un aiuto per lo spirito è solo una forma di schiavitù mentale?

A mio parere la fede indebolisce la mente umana. La gente accecata dalla fede non pensa con logica. Noi dei Deep Desolation ci opponiamo a questo. Pensiamo che gli esseri umani debbano migliorare in continuazione e allo stesso tempo pensiamo che dovremmo soddisfare noi stessi e i nostri desideri. Questo è ciò che pensiamo.

Ho notato una maggior libertà sia tua che di Markiz nel muovervi internamente ai brani, le tue linee vocali sono più definite e varie, mentre il tuo compagno ha infilato degli assoli coinvolgenti e perfettamente posizionati. Le prove col gruppo sono costanti? Quante ore trascorrete insieme come band e quante al di fuori di essa? I gruppi sono ancora una famiglia?

Proviamo regolarmente tra le tre e le sei ore a settimana insieme in sala prove. Gli assoli e la voce sono parti molto importanti della nostra musica, diamo molta attenzione a questi elementi, ci sono volute cinque ore per registrare gli assoli, è molto tempo in confronto al tempo totale; alcuni assoli sono stati improvvisati, abbiamo confrontato le varie versioni e abbiamo scelto i migliori. Oltre alla sala prove, usciamo insieme spesso, siamo amici stretti, non solo collaboratori! Markiz esce con noi un po' meno spesso, poiché lavora molto con le altre sue band e nel tempo libero ama stare da solo. Siamo amici stretti, non solo per la musica.

Avete avuto modo di presentare il disco in sede live e avete programmato delle date in giro per dare un po' di risonanza alla vostra nuova uscita?

Non abbiamo fatto molti concerti dopo la pubblicazione dell'album onestamente, ne abbiamo fatto qualcuno e la gente ha apprezzato.

In un panorama musicale competitivo com'è diventato anno dopo anno quello metal, forse anche troppo usa e getta in stile pop negli ultimi periodi, qual è la formula per garantire l'integrità di una proposta musicale? È un dato di fatto che molti gruppi, dopo aver prodotto un buon debutto, si sputtanino seguendo il successo e utilizzando "ganci commerciali" o cambino improvvisamente genere. C'è forse meno passione di un tempo?

Se qualcuno registra buona musica e poi cambia stile suonando per ragazzine, quella persona non dovrebbe proprio suonare metal! Penso che queste persone amino il metal, ma allo stesso tempo vogliano fare soldi! Pensano che registrando qualche canzone orecchiabile il successo sia garantito! Non rispettiamo per niente la gente con questa attitudine! Diventano fantocci di se stessi.

Discutendo con amici quarantenni od oltre, mentre io sono di poco sopra la trentina, essi si rammaricano frequentemente per la mancanza di quella magia, così la definiscono, che caratterizzava gli anni Ottanta e i primissimianni Novanta. Per voi è cosi? Il metal ha perso un po' di quella magia?

Sì e no allo stesso tempo. Ha perso qualcosa, ma ha anche guadagnato. Il problema è che è pieno di pseudo-band che hanno genitori ricchi alle spalle che li aiutano e riempiono la scena di musica di merda. Per quanto riguarda la musica in sè, io sono un fan della vecchia scuola, Piorun preferisce la scena black metal moderna, Markiz e Wilku apprezzano entrambi, ci completiamo a vicenda nella band, io e Markiz ascoltiamo anche hard rock e blues, ma deve essere roba buona con un messaggio.

I Deep Desolation sono di nuovo in marcia? State già lavorando al seguito di "Rites Of Blasphemy o ci sono altri episodi che faranno da antipasto al terzo lavoro?

Sì, ci stiamo lavorando, e ti dirò di più: abbiamo già composto alcune canzoni! Ora le proviamo in sala prove. Deve essere tutto perfetto al 100%! Vogliamo iniziare a registrare alla fine del 2013!

I cinque dischi che ti hanno reso l'artista che sei oggi?

  1. Black Sabbath – "Vol. 4"
  2. Mayhem – "De Mysteris Dom Satanas"
  3. Cathedral " The Carnival Bizarre"
  4. Immortal – "Battles In The North"
  5. Iron Maiden – "Powerslave"

E invece gli ultimi cinque che hai comprato e che consiglieresti ai nostri lettori?

  1. Cultes Des Ghoules – "Henbane"
  2. Voivod – "Target Earth"
  3. Grave "Endless Procession Of Souls"
  4. Craft – "Void"
  5. Horseback – "Half Blood"

Hai delle passioni al di fuori dal mondo della musica? Libri, tecnologia, sport…

Parlando per me, oltre alla musica, amo i libri, i videogiochi e i film. Libri e giochi mi occupano molto tempo, amo trovarmi in mondi diversi usando solo la mia immaginazione, lo stesso per i videogiochi.

Se potessi organizzare un festival in grande, con il quale presentare a una platea gremita "Ritual Blasphemy", e con voi come band principale, quali altre formazioni vorresti partecipassero alla serata?

Saturnalia Temple, Witchsorrow, Pest (svedesi) se suonassero live, e noi, Deep Desolation, come gruppo principale, sarebbe perfetto.

Anche stavolta siamo giunti alle battute finali, mandiamo un saluto a coloro che ci seguono e li invitiamo all'ascolto della vostra musica?

Se amate il suono psichedelico e la musica malvagia, la nostra musica è per voi! Provate il nostro "Blasphemous Rites" e lodate il Diavolo. È il nostro messaggio. Grazie per il vostro tempo.

Facebook Comments