RUSTED DAWN

RUSTED DAWN

   
Gruppo: Rusted Dawn
 
Formazione:

  • Jeremy – Voce e Chitarra
  • Justin – Chitarra
  • Chad – Basso
  • Tom – Batteria
 

 


 

Ciao ragazzi, benvenuti su Aristocrazia Webzine. Potremmo avere una breve presentazione della vostra band?

Il mio nome è Jeremy, siamo i Rusted Dawn, da Fredericton, New Brunswick, Canada, e suoniamo roba stra-veloce e potente…

Quest'anno avete rilasciato il vostro primo album: "The Black Tides Of War", come lo descriveste?

"The Black Tides Of War" è tanta velocità messa su un disco di plastica per tutti coloro che vogliono prestarne ascolto. Ne siamo abbastanza entusiasti, anche riguardo a come è stato accolto finora.

Qual'è l'esperienza musicale della band?

Io ho fatto un paio di anni di lezioni di chitarra, come Justin (chitarra solista). Abbiamo entrambi suonato in qualche band quand'eravamo più giovani, per divertimento. Tom invece, il nostro batterista, ha suonato con parecchie formazioni qui di Fredericton. Chad suonava già la chitarra da sé e ha preso in mano il basso quando è entrato nei Rusted Dawn.

Ho ascoltato parecchie volte il vostro cd e ho notato che le canzoni possiedono una carica detonante, specialmente quando sono di corta durata come "By The Hammer Of Thor" o "Stigmantis". Come componete una canzone?

Non abbiamo veramente un metodo per scrivere canzoni. Di solito tutto parte da me e Justin quando ci viene qualche riff, e iniziamo a giostrarci attorno. Poi lo portiamo agli altri ragazzi e andiamo avanti da lì.

Quanto sono importanti i testi e quali sono i temi trattati?

Per scrivere testi in genere penso a qualcosa che trovo frustrante e butto giù qualcosa. Di solito i testi vengono fuori in parti e pezzi.

Il movimento thrash sta vivendo una seconda era, qualche pensiero riguardo alla scena locale e mondiale?

Penso che molte band ora stiano sbucando fuori. Ci sono tanti bravi gruppi là fuori, ma come tutta la musica, è inondata anche di musica scadente.

Qual è il senso di suonare questo genere per voi?

Guarda, so che è noioso da dire ma non vado molto a generi quando si tratta di descrivere cosa suono. Suono quello che meglio mi sento di suonare, e di solito finisce con qualcosa di veloce e pesante.

Che cos'è l'underground ora?

L'underground per me descrive soltanto quelle band che semplicemente non sono riuscite a sfondare nel mainstream.

C'è qualcosa della scena attuale che non apprezzate?

Io penso che molta gente compra di tutto ormai senza pensare in maniera critica se è buona musica o no. Finché la si pensa così la musica rimarrà qualcosa di molto mediocre.

Che cos'ha più o meno il metal di oggi rispetto a quello degli anni '80 o '90?

La musica si sta muovendo. Non credo un'era sia meglio dell'altra, c'è buona musica in qualsiasi, basta cercare.

Che tipo di rapporto avete con i vostri supporters? Che cosa ne pensate delle comunità virtuali e social networks?

Stiamo con loro normalmente come faremmo con chiunque ad un concerto. Internet ha seriamente aiutato a spargere la voce per molte band.

Potreste dirci le più belle cose che vi sono successe quand'eravate sul palco? Vorreste ripetere qualche vostro show?

Solitamente i nostri concerti sono un gran caos per me, abbiamo serate positive e negative. A me piace prendere ogni serata così come va e dare il meglio di me stesso. I più bei concerti di questo tour sono stati sulla costa ovest del Canada, in posti come Vancouver.

Vi vedremo mai in Italia?

[ride], se qualcuno ci aiutasse a trovare un tour lì ci verremmo volentieri!

Grazie per il vostro tempo speso con noi, il vostro ultimo messaggio lo lasciamo a voi per i lettori.

Prendete una copia del nostro disco e ascoltatelo.

 

 

Facebook Comments