SEKHMET

   
Gruppo: Sekhmet
Traduzione:  Dope Fiend
 
Formazione:

  • Warlord – Basso
  • Ragnar – Batteria
  • Nekromancer – Chitarra
  • Set – Chitarra, Voce
  • Haaten – Voce
 

Il 2010 è stato l'anno della conferma per i cechi Sekhmet, c'è chi come loro crede nella coerenza e nel presentare dischi che non inventeranno nulla e che hanno come unico intento quello di vivere della primordialità del genere, "Opus Zrůdy"  è fra questi. La nostra chiacchierata ci aiuterà a conoscerli meglio.

 


 

Benvenuti sul nostro sito, iniziamo col parlare della vostra storia, come sono nati i Sekhmet e qual è la spinta che li muove tutt'oggi?

Set: Io, Ragnar e Warlord abbiamo iniziato a suonare come Sekhmet nel 2002. Dopo pochi mesi abbiamo avuto il nostro primo concerto con il cantante che non è stato utilizzato su nessun album. Abaddon è arrivato poco tempo dopo. Così siamo stati gli stessi dal 2003 ad oggi. In questo momento abbiamo un nuovo vocalist, Haaten, e per la prima volta abbiamo un secondo chitarrista. Il suo nome è Nekromancer. In nove anni abbiamo composto e registrato tre album, qualche split, tributi ecc… L'ultimo album, "Opus Of Monstrosity", ha avuto un grande successo. Abbiamo anche ricevuto l'offerta di una label dall'Inghilterra. La Aphelion Prod. ha pubblicato questo album in formato CD ed LP. Abbiamo fatto un mini tour in Portogallo e Spagna. Speriamo che il nuovo album piaccia a più persone ancora e di essere in grado di continuare su questa strada.

Avete tre album all'attivo in cui lo stile di stampo "classico" impera, anche per rimanere ancorati con costanza alla forma primorde del genere si ha bisogno di trarre ispirazione e volontà che risultino poi efficacemente riversate nella musica, quali sono i vostri cardini guida?

I testi dei Sekhmet sono opera mia e di Abaddon. Il più viene fuori dalle nostre menti. Non ho alcuna influenza in questo senso. Non sono così bravo a scrivere dei testi. Scrivo sempre le stesse cose usando parole diverse. [ride] Ma è la mia opinione. Abaddon è meglio, ma ora non è il nostro cantante. Spero che il nuovo vocalist capisca la nostra strada e scriva testi con un senso profondo. Vedremo. La nostra musica è un problema diverso. Io e Warlord componiamo le canzoni e, naturalmente, ascoltiamo black metal. Così a volte si può sentire qualche influenza. Ma non è un obiettivo. E, naturalmente, vogliamo fare il meglio per noi e per i Sekhmet.

"Opus Zrůdy" conferma che la macchina compositiva è ben oliata e pronta a colpire. È trascorso un anno dal suo rilascio ufficiale, ne siete completamente soddisfatti?

Credo di sì. Naturalmente ci sono alcuni errori da rivedere ma… l'abbiamo registrato in sala prove (Hell Studio) e penso che il suono non sia assolutamente il meglio, ma in queste condizioni è fantastico.

Com'è stata la fase di songwriting? Avete una modalità collaudata con cui date vita ai brani? Chi si occupa della musica e chi dei testi?

Posso dire che la musica è il mio lavoro e Warlord è troppo importante perché dona al meglio alcune sensazioni quando io non sono sicuro della validità del prodotto. Nel nuovo album ci sarà più cooperazione tra me, Warlord e il nuovo chitarrista Nekromancer. Quindi spero che la mia visione del nuovo corso sarà fantastica, come è nella mia mente! I testi sono i peggiori. Quando scrivo un testo scrivo solo alcune parole e dopo pochi giorni cerco di scrivere frasi. Quando l'ho finito, dopo qualche giorno devo sedermi di nuovo e scrivere di più o eliminare alcune frasi. Il risultato finito arriva dopo tanto tempo…

La scelta precisa di mantenere i testi in lingua madre, già attuata dai Master's Hammer e dai Root in alcune uscite, che valore ha? Pensate che l'inglese sia, per quanto comunicativamente parlando utile, non adeguato a esprimere il tipo di feeling oscuro che vi lega alle canzoni?

La nostra patria è la Repubblica Ceca, quindi usiamo questo linguaggio perché è la nostra lingua madre, viene naturale utilizzarlo. Siamo in grado di esprimere le nostre idee e pensieri in un modo migliore che in inglese. Non abbiamo una buona conoscenza dell'inglese quindi abbiamo bisogno di aiuto da persone che hanno una migliore conoscenza della lingua, abbiamo bisogno di far correggere i nostri testi se sono in inglese. Il nuovo vocalist Haaten scrive alcuni testi davvero buoni. Non siamo però sicuri se li useremo perché io sono amico con Master dei Bestial Mockery. Questo ragazzo ha scritto alcuni testi per noi in inglese, quindi forse il nuovo album conterrà testi in tale lingua. Non sappiamo che soluzione adotteremo per le nuove canzoni.

A conclusione del lavoro avete inserito la cover di "Under A Funeral Moon" dei Darkthrone, il duo norvegese dopo il cambio di sonorità ha ricevuto critiche pesantissime, c'è addirittura chi li ritiene in parte la rovina del black odierno. Qual è il vostro pensiero?

Vaffanculo a questi critici!!! Gli ultimi tre album dei Darkthrone sono grandi. Ci indicano un nuovo modo di fare black metal. La cosa più importante per me è che questi due ragazzi sono ancora veri. La loro musica e la band sono molto molto popolari, ma senza le mode della scena metal. Il loro comportamento, le loro opinioni, i live, la musica, i testi sono ancora true nel vero senso della parola. Come negli anni '80 e '90. Che cosa vogliono? Gruppi come Dark Funeral? Sempre la stessa musica, ma con opinioni diverse e tolleranti sul mondo? Fenriz e Nocturno Culto sono un culto per me e anche i loro nuovi album. Sono stato davvero sorpreso quando ho letto un nuovo testo legato all'old school, l'amore per la potenza della natura, l'underground. Sono poche le persone che non hanno cambiato parere per le tendenze. Ed è per questo che ho un tatuaggio dei nuovi Darkthrone sul mio corpo. Fuck off and die!!!

La zona est della nostra Europa è sempre stata una fucina di talenti soprattutto per il metal estremo, in questi anni come è la vostra scena nazionale? C'è una rete di band amiche con cui oltre il rispetto vi è anche un'amicizia e la possibilità di fare concerti?

Spero di aver capito la tua domanda perchè il tuo inglese è fantastico in confronto al mio. Penso che sia ovunque la stessa cosa. Abbiamo molte band eccellenti con ottime influenze, immagini e live e per questo siamo orgogliosi di loro e li rispettiamo. D'altra parte, abbiamo molti gruppi che dovrebbero morire. Come i Prdel Z Norveje, che tradotto significa Merda Dalla Norvegia. Ci sono altre band che utilizzano influenze elettoniche che naturalmente non possiamo supportare. Nutro grande rispetto per una band speciale, i Černý Kov. Si tratta di una band che registra tutte le demo in natura. Quando hanno una canzone che parla dell'inverno, registrano tutti gli strumenti in inverno. Davvero fantastico. È importante per me, pensa a qualcosa e fallo. Per me non è possibile, ma posso dire che quello che penso, io lo faccio. Lo stesso per i Sekhmet. Sì, abbiamo qualche amicizia e gruppi che supportiamo. Aiutiamo altre band con concerti in lingua ceca o di altri paesi e gli altri fanno lo stesso per noi. Cerchiamo contatti con fanzine, label, organizzatori di concerti, ecc…

Il metal ha sempre avuto un forte impatto sociale, il black è stato per molti una rivelazione e uno stile di vita da accogliere senza pensarci su due volte, quali credete siano le differenze di base fra il genere per com'è nato e quello che odiernamente gira? C'è stata una deriva e forse una "commercializzazione" spropositata che ne ha inficiato i valori?

Penso che ci sia una grande differenza. Perché in questo momento molte band suonano questo genere per soldi, business. Non riescono a capire perché la gente difficilmente inizia a suonare rock'n'roll. Perché hanno cominciato a cantare di Satana. È stato un grande passo avanti per noi. E io sono orgoglioso di band che sono ancora nella loro forma primaria. Possono essere popolari e famose ma non si sono svendute e non hanno bisogno di tendenze e di business. È una cosa secondaria. Noi tutti viviamo solo nell'ombra di queste band. Qui c'è solo una differenza: qualcuno resta in questa ombra con onore e la sua popolarità non è condizionata dalle tendenze e dalle mode.

Nell'introduzione ho descritto i Sekhmet come una band coerente, se doveste con tre aggettivi identificare ognuno dei vostri lavori sin qui rilasciati, su quali ricadrebbe la scelta?

Devo descrivere ogni opera in una sola parola. Per me il meglio è il nostro primo demo che durava quarantacinque minuti ed è stata la prima registrazione e il primo segno per i nostri fan. Il nostro primo vero album, "Mass Catharsis Of Mass", era solo l'ombra del nostro primo album perché è stato registrato nove mesi dopo.

"Ocularis Infernum": la svolta.

"Opus Of Monstrosity": l'apertura di cancelli nuovi.

Avete avuto occasione di portare i pezzi di "Opus Zrůdy" on stage? Reazioni da parte del pubblico? Cosa devono attendersi quando i Sekhmet salgono sul palco?

Più o meno tutti i fan ci hanno detto che "Opus Of Monstrosity" è il miglior album e un grande passo avanti. È bello sentire questo. Con questo album e con il nuovo vocalist Haaten abbiamo preparato un nuovo show per i live. Haaten ha fatto una bandiera con simboli satanici e dell'Anticristo, egli usa le sue rune con odio e violenza. Inoltre usiamo il fuoco e bruciamo croci sul palco. Una grande sorpresa per me è stata quando abbiamo suonato concerti in passato e alcune persone avevano una maschere antigas in testa. È stato bello, perché noi abbiamo avuto maschere antigas sul palco fin dai nostri primi live.

C'è stato un concerto o un festival che ricordate con particolare piacere per un avvenimento o un bill di quelli che vi ha fatto pensare "sono felice di stare qui"?

Sì, ogni anno i miei amici Alda e Radek organizzano l'Hell Fast Attack Festival. Per me è fantastico. Tutti gli amici e le band che rispettiamo ci sono e sono felice. Posso bere alcool e parlare con loro. È il posto dove ci siamo tutti. Il miglior concerto è stato l'anno scorso quando gli Urgehal sono stati nella nostra città. C'era un'atmosfera fantastica. Il meglio è stato l'afterparty con gli Urgehal e dopo questa festa ho parlato con Nefas. Gli ho chiesto cose importanti sul black metal in Norvegia, sui vecchi tempi, con quali band black metal ha iniziato, su Fenriz e i Darkthrone, sulla natura e la sua opinione su tutte queste cose. Dopo quella notte sono stato davvero felice di sapere che qualcuno è davvero il meglio e sono felice di esserne stato l'organizzatore principale con i Sekhmet. Dopo questo tutti noi siamo stati grandi amici. Quando gli Urgehal suonano da qualche parte vicino alla mia città natale in Repubblica Ceca o in Germania io sono sulla lista degli invitati, mi vengono a trovare ecc… è fantastico!!!!

Cosa state preparando adesso? Siete già al lavoro su nuovi brani o impegnati nel cercare posti dove poter suonare?

Ora stiamo preparando canzoni per suonare live in Ungheria e in Slovacchia. Quando ho del tempo libero cerco di collaborare con i Koltum (band BM portoghese) e cerco di preparare tour insieme in Europa. Naturalmente con i Sekhmet. Quando c'è del tempo libero a casa o in sala prove componiamo nuove canzoni. In questo periodo ne ho preparate tre nuove. La speranza è che piacciano a tutti gli anticristiani.

Possibilità di vedervi qui in Italia? Volete lanciare un messaggio in tal proposito?

Il mio amico M. dei The True Endless organizzerà un concerto per noi quest'anno. Quando saprò la data vi informerò e spero di poter fare una grande promozione. Il mio obiettivo è quello di chiedere a Pesten (Tundra) e Alex (Frozen Darkness) per suonare altri concerti in Italia. Sarebbe bello suonare alcuni live in Italia e bere alcool con i fanatici della scena metal italiana!!! PORCO DIO!!!

Siamo giunti alla fine, l'intervista si conclude qui, non prima però di lasciarvi ancora un'ultima volta la parola per chiuderla come meglio credete.

PORCO DIO. Lodate i nuovi Darkthrone, fanculo a tutti i nostri nemici, ai cristiani e agli sporchi metallari modaioli.

Facebook Comments