BLACK SUN AEON

BLACK SUN AEON

Gruppo:Black Sun Aeon
Formazione:

  • Tuomas Saukkonen – Chitarre, Batteria, Basso, Tastiere, Voce
  • Mikko Heikkilä – Voce pulita
  • Janica Lönn – Voce femminile
Traduzione:Leonard Z

Ciao Tuomas, benvenuto su Aristocrazia Webzine. Puoi farci una breve presentazione della band?

Tuomas: Black Sun Aeon è il mio progetto solista nato nel 2008. È un doom / dark metal massiccio e maestoso. Ho voluto creare della musica che sommergesse l’ascoltatore come lava nera. Ho anche dovuto farmi fare chitarre custom per avere un down-tuning adeguato che creasse suoni veramente bassi. BSA è principalmente la mia voce musicale, più di qualsiasi altro membro della band.

Hai due progetti, Dawn Of Solace e Before The Dawn, ma suoni anche in altre band come i Sinamore e The Final Harvest. Perché la scelta di dare vita ai Black Sun Aeon?

Solo la necessità di dare vita alla musica dei BSA. Difficile da spiegare. Avevo già le mie band che mi occupavano molto tempo, ma i BSA mi stavano crescendo dentro e quando sono divenuti troppo grossi li ho dovuti far uscire fuori.

Ho ascoltato i due album Darkness Walks Beside Me e Routa. L’ultimo è un grande passo avanti sia nella composizione che nelle atmosfere. Sei pienamente soddisfatto del risultato?

Sì. Ho dovuto faticare molto, ma sono soddisfatto del risultato. Darkness Walks Beside Me era il mio lavoro migliore, quindi è stata dura fare di meglio con Routa. Questo papà è felice del suo bambino.

Nei due cd che compongono Routa ci sono molte nuove idee e qualche déjà vu. Ci sono band che ti hanno ispirato nella tua carriera o da cui hai tratto ispirazione deliberatamente?

Ascolto ogni genere musicale, ma evito di copiare. Improvviso tutte le parti soliste della chitarra, le linee di basso e di tastiera in studio e di solito, prima di entrare in studio, ho pronti solo il riff principale e l’arrangiamento di batteria. L’atmosfera dello studio è quella che più di tutto contribuisce alla realizzazione dell’album.

Qual è il tuo background musicale?

Ho iniziato con la chitarra a nove anni, poi con le batterie a sedici, il piano a diciotto e il basso a venti. Ho imparato tutto da solo e non ho alcuna idea di teoria musicale. Vado a orecchio. Ho sempre avuto più interesse nel comporre musica che nel suonare quella degli altri: è questo il motivo per cui conosco solo alcuni brani di altre band.

I miei pezzi preferiti sono “Dead Sun Aeon” e “Wanderer”: la prima ha una dolce voce femminile, la seconda i testi scritti da Ville Sorvali. Come hai scelto i collaboratori per l’album — Mikko Heikkilä e Janica alla voce e Sami Lopakka dei Sentenced e Ville Sorvali dei Moonsorrow per i testi di “Core Of Winter” / “Wanderer”?

Amici che rispetto come musicisti e scrittori di testi. È stato un onore lavorare con tutti loro. Da molto tempo volevo lavorare con altri scrittori e l’album dei BSA è una ottima scelta per fare questo.

Tuomas Saukkonen in una foto promozionale del 2011, opera di Mike Siren

Come è stato accettato Routa da critici e fan?

Per ora la risposta dai media e dai fan è stata enorme. Bello notare che il duro lavoro è valso a qualcosa.

Sei un musicista e arrangiatore, come scrivi le canzoni?

Butto giù riff con la chitarra oppure parto dalla batteria e dalla ritmica. Chitarra e batteria sono i miei strumenti per comporre. Quando suono la chitarra sento la batteria nella mia testa e viceversa. Quando ho la struttura base della canzone, allora sono pronto per entrare in studio: butto giù le linee melodiche di chitarra, il basso e le tastiere in studio. Mi piace lavorare così, mantiene la musica fresca.

Quanto sono importanti i testi e cosa esprimono?

Trattano di cose molto importanti, ma non li scrivo mai prima di entrare in studio. Prima devo sentire il pezzo completo di tutti gli strumenti e poi butto giù il testo mentre registro le voci. Adesso sto scrivendo dei testi in finlandese da registrare domani. Ancora un nuovo progetto nelle mie mani. Tutti i miei testi parlano dei miei pensieri e dei miei punti di vista.

La Finlandia è una delle terre principali per il Gothic Doom (e non solo). Cosa pensi della tua scena metal nazionale?

Oso dire che la Finlandia è la nazione numero uno nel metal, se guardi la popolazione totale (cinque milioni) e abbiamo un sacco di belle band — Insomnium, Ghost Brigade, Nightwish, Amorphis, Swallow The Sun, Finntroll, Children Of Bodom, HIM, Apocalyptica, Ensiferum, Wintersun, etc etc etc.

Cosa ne pensi della scena metal in generale?

Ho poco tempo per controllare la scena metal internazionale. Sto attento alle band finlandesi, ma per il resto non ho tempo. È da molto che non scopro una buona band fuori dalla Finlandia. Beh, gli Airbourne sono stupendi.

Penso che l’esperienza live sia importante per i Black Sun Aeon, chi ti porti dietro per i live?

Solo musica. Questo è il mio modo di vedere i live per i BSA.

Puoi dirci qual è la cosa migliore che ti è capitata on-stage? C’è una performance live che vorresti ripetere?

La cosa migliore è quando il tempo si ferma e ti senti parte della musica. O quando senti una forte unione con il pubblico. Questi sono bei momenti. I concerti passati sono passati, ma io aspetto sempre che ce ne siano altri.

Hai da poco suonato in Italia, come è andata?

Veramente bene. Un sacco di gente sebbene fosse la prima volta in Italia per noi. Ho suonato anche con i Before The Dawn in Italia mentre eravamo in tour con gli Amorphis e mi piace un sacco suonare da voi. Spero di tornare presto!

Grazie per il tempo che ci hai dedicato, le ultime parole le lascio a te.

Supportate la vostra scena underground locale… maledetti!

Facebook Comments