CHAOS SYNOPSIS

CHAOS SYNOPSIS

Informazioni
Autore: Mourning
Traduzione: Fedaykin
Ciao Jairo e benvenuto su Aristocrazia Webzine. Possiamo avere una breve presentazione del vostro gruppo?
Ciao a voi e grazie per il supporto. Noi Chaos Synopsis ci siamo formati nel 2005, poi abbiamo registrato il nostro demo “Garden Of Forgotten Shadows” nel 2006 e finalmente nel 2009 è uscito il debut “Kvlt Ov Dementia”, sempre suonando musica estrema per coloro che apprezzano un sound caotico.
“Kvlt Ov Dementia” è il vostro album di debutto, si affianca alla old school con certe scelte che si rifanno al modernismo Svedese, come mai la scelta di una produzione pulita?
Mi piace molto quando ascolto un disco e posso sentire tutti quanti gli strumenti, e una produzione pulita porta a questo; guarda bands come i Behemoth o gli Hate, che hanno questa buona produzione, e la vecchia scuola combinata con questo tipo di produzione risulta in pezzi dal grande impatto.


La facilità con cui i riff impattano rendono pezzi come “Only Evil Can Prevail” o “License To Kill” le mie preferite nell’album. Quali sono le band che vi hanno ispirato di più, e siete soddisfatti delle scelte fatte nel produrre il disco?

Moltissimi gruppi, ma posso dire fondamentalmente Behemoth, Death, Deicide, Sepultura e Attomica. Abbiamo lavorato molto duro sul cd e sì, siamo molto orgogliosi e soddisfatti del prodotto finale.
 

La copertina del disco è mirata, quel sacerdote che impazza su un bambino con delle catene che gli bucano la pelle; qual’è il suo significato?

La Chiesa è come una casa di pazzi, che forza le persone a entrare nella follia attraverso la paura. Con quell’immagine vogliamo mostrare che la religione è il culto della pazzia, che acceca le persone e le lega con delle catene.
 

Chi è che scrive i testi e chi invece compone la musica?

Per adesso siamo io e Victor che scriviamo sia i testi che la musica, ci siamo divisi la maggior parte delle musiche.
 

Cosa mi dici dei vostri testi?

Per “Kvlt Ov Dementia” abbiamo parlato di follia e di religione, come le due cose lavorino insieme per portare la razza umana alla sua conclusione.
 

Come è nata la collaborazione con Robert e la Psycho Records?

Ho conosciuto Robert sul sito della nostra label brasiliana Freemind Records, gli ho mandato il disco, gli è piaciuto e abbiamo firmato un contratto. Mi aspetto molto da questa collaborazione, la Psycho è in ascesa e Robert sembra fare un lavoro eccellente nel mandare i Chaos in giro per l’europa.
 

Venite dal Brasile una nazione fonte di act di culto che hanno lasciato un segno nella storia, con quali band avete condiviso live e quali della nuova generazione vi hanno impressionato?

Il Brazile è davvero cazzuto, e posso dirti alcune buone bands: Lacerated And Carbonized, Dark Tower, Ophiolatry, Head Krusher, Rectal Collapse, Unearthly. Credo che siano davvero i migliori tra i nuovi gruppi da queste parti.
 

Che cosa pensate della scena odierna di metal estremo?

In Brasile non abbiamo molto supporto, ma la gente qui è fanatica e quindi continuiamo a farcela da soli. In giro per il mondo mi sembra una buona scena, ci sono un sacco di gruppi interessanti che nascono ogni giorno, e a volte si possono trovare delle band veramente in gamba.
 

Che genere di rapporto avete con i vostri supporters? Qual’è il vostro parere su comunità virtuali e social networks?

Sono sempre in contatto con loro. Internet oggi è il DIO in tutto, uso e abuso i social networks ed è così che le cose succedono ai Chaos, conosco un sacco di belle persone che ci supportano in queste comunità.

 

Vi vedremo mai dal vivo in Italia?

Certamente ci piacerebbe suonare lì. Mi piace il vostro cibo e mi piacerebbe vedere un bel po’ di bei posti da quelle parti, e se possibile magari suonare con gli Edenshade, un grande gruppo che proviene da lì. Tra l’altro, mia nonna è nata lì, mi piacerebbe anche approfondire quella parte della mia famiglia.
 

Grazie per il tempo che ci hai concesso, a te lanciare un ultimo messaggio ai nostri lettori:

Grazie a tutti quelli tra voi che supportano i Chaos, non appena potremo verremo lì a bere e suonare il Deathrash Brasiliano più demenziale. Ci vediamo!

Facebook Comments