CRYPTIC

CRYPTIC

Informazioni
Autore: Mourning

Formazione
Piotrek Nawiesniak – Chitarra
Tomek Jarzabek – Voce
Pawel Dudzik – Batteria
Andrzej Hejmej – Basso/Voce
Kacper Lysik – Chitarra

CRYPTIC Ciao ragazzi, benvenuti su Aristocrazia Webzine. Possiamo avere una breve presentazione della vostra band?

Salve, noi siamo I CRYPTIC dalla Polonia del sud. La band fu fondata nel 2000. Dopo tanti cambi di line-up abbiamo registrato una demo nel 2004 e ora un LP tra il 2009 e il 2010. Per tutto il tempo abbiamo suonato Death/Thrash e non abbiamo intenzione di cambiare il nostro stile.


Qual’è la causa principale che ha dato vita a questo progetto?

Probabilmente dieci anni fa Piter e Paulus realizzarono che ascoltare musica non era abbastanza, haha! Secondo me ami e “senti” realmente la musica, vuoi farne parte e diventare un creatore. E’ normale avere qualcosa da dire anzichè essere ascoltatore.

Ho ascoltato il vostro album “Infinite Torment” e credo sia figo. Quali sono le band che hanno influenzato il vostro sound?

Molte persone dicono che noi somigliamo ai Vader, agli At The Gates o ai Death in alcune canzoni. Non posso essere in disaccordo con loro al 100% ma non abbiamo intenzione di creare nuovi generi o di sperimentare. Il nostro obiettivo è suonare quello che ci piace (e ciò che ci piace ascoltare) e divertirci mentre lo facciamo.

Come scrivete una canzone?

Di solito ci troviamo alle prove con pronti dei riff base o dei ritmi che vogliamo mettere insieme. Tutte le canzoni sono preparate come tabs all’inizio. Suonare nuove canzoni nelle date è una buona maniera per vedere “quanto funziona” prima di registrare. Un gran bel moshpit significa che il pezzo è buono!

Puoi dirci qualcosa riguardo ai testi delle vostre canzoni?

Tomash è responsabile di tutti i testi. Trattano principalmente di cose legate al Necronomicon, lacerazioni interne, guerre e altri malesseri spirituali o dell’anima. Non sono molto allegri, vero? Presto inaugureremo il nostro sito ufficiale, tutti i testi saranno reperibili lì.
La scena polacca è molto ricca di bands, come vi ponete all’interno di essa?
Sì concordo! La scena polacca è una delle scene metal più forti del mondo. E’ piena di bands, sia famose che underground. Avere degli amici è molto utile durante l’organizzazione di date ed eventi. Le band minori si aiutano l’un l’altra e questo è molto forte. In questo modo di fare musica non esistono competizioni o “mettersi i piedi in testa”, riguarda tutto il semplice divertirsi e mantenere l’interesse delle persone su quello che facciamo. Parlando di altre band, provate I 666th Panzer Division fondati dai membri dei Cryptic Tomash e Kacper.

Come state promuovendo l’album?

La data di inaugurazione mondiale sarà intorno al primo di luglio per la label ucraina Metal Scrap Records. Attualmente stiamo organizzando concerti per un tour polacco. Stiamo anche sperando di fare delle date all’estero in Repubblica Ceca / Slovacca e Ucraina e in ogni posto dove potremmo incontrare fans della nostra musica! Stiamo anche collaborando con i media underground e agenzie promozionali. Presto, dopo la pubblicazione ufficiale del nostro LP, lo manderemo ad ogni giornale e webzine del pianeta, haha!

Cosa ne pensi dell’attuale scena estrema?

Penso che sia più forte e grande che mai. E’ differente dal clima oldschool degli 80’s o dei 90’s ma c’è una così grande varietà di scelta di generi che sei sicuro di poter trovare qualcosa che ti interessa. Nuovi album di Immolation, Dying Fetus e giovani bands come gli Hour Of Penance o Sickening Horror mostrano quanto siamo lontani dai confini del Death Metal, sempre se ce ne sono. Dare un’occhiata alle line-up dei festival principali e al numero di persone che accorrono spiega tutto!

Che tipo di relazioni avete con chi vi supporta? Cosa ne pensate delle comunità virtuali e dei social networks?

Ci hai trovato tramite Myspace, quindi ne sai qualcosa sicuramente, haha! E’ assolutamente necessario ricorrere a strumenti come Myspace o il polacco Muzzo. Con essi puoi raggiungere più ascoltatori e incontrare molte più persone in grado di aiutarti in molti modi. I partner dei media lavorano allo stesso modo; puoi aspettarti interviste, recensioni o giusto un paio di buone parole. Aiuta davvero molto.

Puoi raccontarci la migliore esperienza on-stage? C’è stata una performance live che vorresti ripetere?

Ogni data è unica e differente. Non vorrei ripeterne nessuna in particolare, ma spesso torniamo da posti dove i luoghi sono buoni e la folla diventa matta. Le mie città preferite dove suonare sono Cracow (Cracovia), Wroclaw e la nostra piccola città natale, Mszana. Un paio di anni fa prendemmo parte ad uno degli eventi open-air chiamato Metalowa Twierdza (Metal Stronghold) a Nysa e fu assolutamente fantastico.

State già lavorando a del nuovo materiale?

Sì! Ad oggi abbiamo “scheletri” per sei nuovi pezzi. Abbiamo iniziato a lavorarci un paio di settimane fa e penso che potranno prendere a calci in culo qualche bel culo vergine, haha! Sono più intense delle altre (le canzoni, non I culi); durante le vacanze li proveremo live e registreremo un nuovo LP appena possibile. Quest’anno magari.

Vi vedremo mai live in Italia?

Lo spero! Quando l’inverno dura sei mesi non abbiamo altro piano che andare in Italia, haha! Per vedere i Fleshgod Apocalypse o gli Illogicist, li AMO. Se riceviamo qualche offerta, o troviamo persone con cui cooperare… perché no?

Grazie per il tempo speso con noi, a te l’ultimo messaggio per i nostri lettori:

Grazie a voi per l’interesse ed il supporto! Date un’occhiata ai nostri siti, bevete birra e stay DEATHRASHED \m/

Facebook Comments