N.K.V.D.

   
Gruppo: N.K.V.D.
Traduzione: Dope Fiend
 
Formazione:

  • L.F. – Tutti gli strumenti, Campionamenti
  • H.S. – Voce
 

 


 

Ciao Loic, benvenuto su Aristocrazia Webzine. Possiamo chiederti una breve presentazione della band?

L.F.: Ciao, ho creato N.K.V.D. nel 2005, ho registrato un demo chiamato "Vrajda" mai rilasciato e nel 2007 un mcd intitolato "Diktatura" rilasciato attraverso la Those Opposed Records.

Qual è stata la molla principale che ti ha spinto a dare vita a questo progetto?

Ho suonato in alcune band prima, ho avuto l'idea di quello che volevo e ho capito velocemente che l'unico modo per raggiungere il mio obiettivo era quello di creare la mia band in studio. Quindi visto che non ho voluto sprecare il mio tempo con persone non motivate, e per il fatto che difficilmente ho trovato buoni musicisti, ho deciso di fare tutto da solo, scrivendo la musica, suonandola e registrandola.

Perché hai scelto di suonare industrial black metal? Che cosa ti ha fatto pensare: questo è ciò che voglio suonare?

Sapevo già esattamente quello che volevo, l'unico problema era quello di raggiungere tale obiettivo, è stata solo una questione di come farlo.

Penso che in Francia la scena industrial black metal sia al top, alcuni nomi sono Black Lodge, oOo, La Division Mentale, Drastus, e poi ce ne sono molti altri… Che cosa ci puoi dire a riguardo dell'industrial black metal in Francia? Puoi suggerirci alcune band provenienti dal tuo paese?

Questo è vero, in Francia abbiamo molte buone band Industrial. I più importanti sono gli Ad Hominem credo, anche se sono più black metal oriented, io la considero come una band industrial.

Cosa ne pensi dell'odierna scena del metal estremo?

Siccome vado raramente ai concerti e non ho reali relazioni con la scena metal, non conosco quella odierna. Io sono un piccolo nostalgico e passo il mio tempo ad ascoltare vecchie band. Ma trovo che alcune volte le cose nuove non siano tutte da buttare via.

Come scrivi una canzone? Puoi dirci qualcosa circa i testi? Mi sembrano molto particolari.

Non perdo tempo a cercare idee riguardanti la musica o i testi in quanto arrivano da sole, ma passo un sacco di tempo a registrare e arrangiare in modo che le canzoni suonino nel migliore modo possibile e siano maggiormente simili a ciò che ho nella mia mente.

Quanto è importante per te la relazione Regime-Musica?

Io sono solo ispirato da avvenimenti realmente accaduti, fatti storici come la politica, la guerra, le persone. Ho un grande interesse per la vita della persone, che cosa hanno fatto nella loro esistenza, come e perché. E scrivo canzoni che parlano di questo.

Puoi citarmi le tue influenze musicali e ideologiche? Ho sentito un po' di sound Diabolicum in "Diktatura", per il cinismo e l'approccio alla musica apocalittica…

Il fatto è che quando ho creato N.K.V.D. ero lontano dal metal da alcuni anni. C'erano un sacco di band industrial che io non conoscevo. Le mie ispirazioni erano più orientate verso gruppi come Type O Negative, Morbid Angel, Immortal, Laibach piuttosto che alle band industrial metal. Quando ho creato N.K.V.D. ho voluto fare di testa mia, con un suono come nessun altro, non ho voluto creare un progetto che suonasse come il duecentesimo Mayhem o Marduk.

Cosa ne pensi di "Diktatura"? E delle dittature?

Quattro anni dopo la registrazione sono ancora orgoglioso di "Diktatura". Naturalmente ci sono degli errori al suo interno, io non sono un ingegnere in studio e ho imparato un sacco di cose da allora, ma la brutalità, la crudezza e la quintessenza di N.K.V.D. erano lì. Per quanto riguarda le dittature, le trovo affascinanti sotto certi aspetti. Che cosa porta un uomo a voler governare un paese, a essere il padrone delle persone? Che cosa porta un uomo a uccidere, a tradire per avere potere? Ma io non sono un fan della dittatura, non voglio viverci dentro. Libertà e uguaglianza non hanno prezzo.

Il mcd "Diktatura" è uscito nel 2007 e il nuovo "Vlast" è in arrivo, puoi darci qualche notizia? Quali cambiamenti possiamo aspettarci in futuro?

"Vlast" porta idee nuove e ho reso il suono più preciso rispetto a "Diktatura", ma con la stessa aggressività. "Vlast" contiene otto brani, due sono ri-registrati da "Diktatura". Voglio registrare cose nuove di N.K.V.D. in futuro, sono ancora ispirato.

Cosa stai facendo per preparare l'uscita e la promozione del disco?

Se ne occupa la mia etichetta.

Nella mia visione N.K.V.D. è come un'artiglieria sempre pronta, pulita e grigia brillante, una vera macchina da guerra. Tu come vedi il tuo progetto?

Voglio che N.K.V.D. suoni brutale, freddo, oscuro e rumoroso. Ma io voglio che la brutalità esca dalle chitarre e dagli arrangiamenti, perché è davvero facile creare un progetto di suoni brutali della sola batteria.

Cosa ci puoi dire della tua vita al di fuori di N.K.V.D.?

Faccio un sacco di sport, sono un grande fan di muay thai, kickboxing e sollevamento pesi. Ho una vita molto normale, tranne il mio lavoro, che è ciò che non è normale…

Puoi raccontarci la migliore e la peggiore esperienza con N.K.V.D.?

La peggiore è stata una etichetta portoghese che ha pubblicato "Diktatura" in cassetta, senza nemmeno inviarmene una. Il meglio è tutto il resto.

Questo progetto è solo da studio o è possibile vederti dal vivo qualche volta?

Solo in studio, io non sono un grande fan dei concerti. Ma forse una volta suonerò live.

Che tipo di rapporto hai con i tuoi sostenitori?

Molto bello, non posso dire di avere molti sostenitori perché ho pubblicato solo un mcd al momento, ma posso dire che alcune persone stanno seguendo N.K.V.D. fin dalla sua creazione.

Grazie per il tempo trascorso con noi, è tuo l'ultimo messaggio per i nostri lettori.

Grazie a voi per l'intervista, spero che non verrete ingannati da "Vlast". E possa Peter Steele riposare in pace!

Facebook Comments